Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.322.447
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 29 giugno 2021 alle 11:44

Barzanò, Missaglia e Monticello proprietari della piscina: è stato siglato l'atto di vendita

L'impianto di Barzanò
La piscina di Via Colombo, in località Villanova, è ufficialmente nelle mani dei comuni di Barzanò, Missaglia e Monticello. La scorsa settimana infatti, attraverso un atto notarile, è stato perfezionato l'acquisto della struttura sportiva e i tre nuovi proprietari hanno liquidato i comuni di Sirtori, Cremella e Casatenovo, completando così un iter che sta andando avanti da oltre un anno.
Dopo le procedure di asta pubblica andate a vuoto, tre delle sei amministrazioni proprietarie dell'impianto natatorio avevano deciso di riscattarlo, credendo nelle sue potenzialità. Di contro le altre, ritenendolo non più strategico, avevano deciso di rompere la convenzione, investendo le risorse ricavate dalla vendita in altri servizi analoghi all'interno dei propri territori. Era stato quindi siglato un preliminare di vendita, che la scorsa settimana è sfociato nell'alienazione definitiva della piscina, ultimo passaggio di questo lungo iter condotto.
''Prima di firmare l'atto di acquisto definitivo dal notaio dovevamo perfezionare i pagamenti alle altre amministrazioni'' ci ha spiegato il sindaco barzanese Giancarlo Aldeghi, ricordando ad esempio che il suo Comune ha dovuto contrarre un mutuo per ottenere le risorse necessarie ad acquisire le quote messe in vendita dagli altri enti. Ad oggi infatti, Barzanò detiene la maggioranza della piscina (54,29%); seguono Missaglia (28,33%) e Monticello (17,38%).
Perfezionato in via definitiva l'acquisto della struttura, ora i tre sindaci con gli assessori competenti dovranno riunirsi per stendere la nuova convenzione per gestire l'impianto, rimasto chiuso per molti mesi a causa della nota situazione pandemica.
A febbraio, in virtù della chiusura imposta dai dpcm, si era deciso di prorogare l'affidamento della gestione a Effetto Sport sino alla conclusione dell'estate per garantire, al momento della riapertura, la continuità del servizio erogato all'utenza. A quel punto, tenendo conto anche della situazione epidemiologica che si registrerà in quel preciso momento, le amministrazioni sceglieranno in che modo procedere con il servizio.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco