Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.029.751
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 05 luglio 2021 alle 19:21

Casatenovo: a Villa Mariani la mostra allestita dalla CRI

Un pomeriggio all'insegna della cultura, dell'arte e della musica a Villa Mariani di Galgiana, che domenica ha ospitato lo spettacolo ''Ma è proprio amore'' diretto da Irene Carossia. Allo stesso tempo nel polo espositivo si è potuta visitare la mostra ''Imparzialità'' allestita dalla Croce Rossa del Comitato di Casatenovo che ha messo in evidenza in modo veritiero  i problemi che ogni giorno affrontano i volontari in paesi di guerra e non solo.




La croce sulle divise viene vista come bersaglio da colpire per uccidere e mandare dei messaggi di crudeltà ai soccorritori, che hanno l’unica colpa di aiutare le persone in difficoltà e che patiscono la fame. Non viene valorizzato il lavoro importante che viene fatto e anzi vengono spinti ad andarsene attraverso messaggi di minaccia e spari.



Attraverso queste immagini del fotografo Ibrahim Malla, Croce Rossa vuole ricordare quanto quello del soccorritore sia un lavoro d'onore e di grande amore per il prossimo, che ti arricchisce in un modo indescrivibile. Si manda un invito di partecipazione in quanto ogni anno i volontari sono sempre meno e invece dovrebbe essere un’azione importante per se stessi e per aiutare chi non è fortunato quanto noi. Un’impegno d’amore per chi è nato in un  Paese che non ha scelto e che ogni giorno lo costringe a vivere nella fame e nella carestia.




Anche lo spettacolo di Irene Carossia si ispirava al concetto di amore. Tanti i personaggi che si susseguivano in un crescendo e in un alternarsi di emozioni vere e condivise, profonde nelle anime delle donne raccontate in scena, profonde nell’anima dell’interprete. Un elegante gioco di costumi chiamati a svelare ogni volta i personaggi. Da Penelope ad Euridice, da Nora ad Ellida, Maddalena, Eleonora Duse, Dalila e tante altre donne che vivono nel corpo e nell’anima di una unica interprete che si fa tramite del loro sentire con il pubblico.




La voce recitata diviene canto quando le parole non sono più sufficienti ad esprimere gli aneliti del cuore.
''Ma è proprio amore?'' Questa è la domanda alla quale cerca di dare una risposta la protagonista con l’aiuto delle sue eroine. Sì, è proprio amore tutto quello che noi facciamo mettendo il cuore, credendo, sentendo, esprimendo generosamente la nostra umanità. ''L'amore è l’unica forza che non si estingue o si spegne per sempre''.
Questo è ciò che ha voluto trasmettere l’artista, donna, interprete di scena Irene Carossia, che con il suo straordinario talento ha lanciato il messaggio in modo inequivocabile.
M.T.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco