Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.748.401
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 12 luglio 2021 alle 18:38

Monticello, KTM Protek Elettrosystem: Specia e Zanotti trionfano agli italiani

Il cielo sopra Bielmonte, sede dei Campionati Italiani Assoluti, si è colorato di arancionero. Il percorso realizzato sui pendii delle Alpi Biellesi ricorda i tracciati "vecchio stile", con salite dure ed in contropendenza e discese non particolarmente tecniche che non concedono pause e distrazioni, complimenti agli organizzatori del Team Oasi Zegna.
Gara Under 23 al maschile si inizia subito facendo selezione e nel gruppetto di testa ci sono l'airunese Juri Zanotti ed Andreas Vittone in compagnia di Avondetto e Fontana, questo gruppetto sarà la testa della gara fino a metà del terzo giro, quando Avondetto forza il ritmo ed il solo Juri gli resiste, continuano in coppia per quasi un giro. Sotto lo striscione dell'arrivo al suono della campanella transita Avondetto con circa 7 secondi su Juri, che non ci sta, sulla salita recupera tutto il gap e si riforma la coppia di testa. Juri riprende fiato e resta dietro il compagno di fuga fino alla salita successiva, li pigia forte sui pedali, apre il gas ed è l'azione giusta, guiderà la tua KTM Scarp a tagliare il traguardo per riconfermarsi Campione Italiano Under 23 per il secondo anno consecutivo. Dietro il suo compagno di Team, Andreas Vittone vince il duello con Fontana, e chiude la sua gara al terzo posto, bissando il risultato dell'anno precedente.


L'arrivo di Zanotti


Il podio di Zanotti e Vittone

Buona la prova del montecellese, Mattia Beretta, al suo primo Campionato Italiano Under 23, chiude in 27^ posizione. "La vittoria di una Campionato Italiano è una sensazione sempre piacevole e sempre diversa. Anche se negli ultimi 5 anni ho vinto 4 titoli nazionali, i brividi di gioia che ti passano attraverso il corpo quando tagli il traguardo da vincitore sono come fosse la prima volta. Ho avuto un anno abbastanza travagliato, piano piano sono riuscito a riprogrammare e rimettere tutto in ordine. Questo anche grazie alla tranquillità ed alla fiducia che il Team mi ha sempre dimostrato. Grazie a tutti per il sostegno e per il tifo, alla mia famiglia ed alla mia compagna, a loro la mia dedica speciale." afferma un soddisfatto Juri Zanotti.
Nella prova dedicata alle ragazze Under 23 non c'è stata gara, Giada Specia prende il comando già dalle prime pedalate ed arriverà al traguardo in solitaria, laureandosi Campionessa Italiana, precedendo la sua compagna di Team Nicole Pesse, primo anno tra le Under 23, medaglia d'argento e Marta Zanga che chiude con una buona sesta piazza.


L'arrivo di Specia



Una gara strepitosa e tutta in rimonta quella della vicentina Marika Tovo, che pur essendo Under 23 ha deciso di gareggiare con le Elite. Partenza poco brillante, affronta la prima salita in penultima posizione, da li inizia la sua cavalcata verso la conquista della meritata medaglia d'argento dietro l'inossidabile Eva Lechner. "Sono contenta, inseguo questa maglia da due anni, finalmente è arrivata. Ho fatto una stagione sempre tra le prime, mi sentivo tranquilla ma nulla era scontato. Ho cercato da subito di fare il mio ritmo senza forzare troppo, il percorso era insidioso, con queste salite che ti possono far male. Una dedica speciale alla mia famiglia ed a tutti coloro che mi sono stati vicino in questa stagione. Grazie al Team che mi ha supportato al meglio." dichiara una sorridente Giada Specia.


Il podio di Tovo

Nella gara junior il nostro portacolori Michael Pecis conquista un buon 5° posto, a soli 15 secondi dal podio, una gara che segna una buona ripresa dopo lo stop per problemi fisici.
La gara che chiude i Campionati Italiani è quella dedicata agli Elite, Alessio Agostinelli e Mirko Tabacchi iniziano la prova puntando ad amministrare le forze, il tracciato insidioso ed il caldo possono incidere molto sulla prestazione. Alessio dal 3° giro inizia a recuperare posizione su posizione e terminerà al 4° posto, Mirko che gli è poco dietro, durante il penultimo giro viene rallentato da una foratura e concluderà la sua prova in 7^ posizione.
Nella giornata di sabato a Villabassa - Bz - andava in scena la Dolomiti Superbire, una Marathon di 123 km e 3400 metri di dislivello, che il nostro Domenico Valerio, alla sua prima gara dopo uno stop di 3 mesi per un infortunio, ha concluso con un brillante 26° posto.
"E' stato un fine settimana veramente esaltate. Non credevamo di poter ripetere i risultati del Campionato Italiano del 2020, invece li abbiamo anche superati. 2 maglie tricolore, 2 argenti, 1 bronzo e 4 atleti nella Top Ten. il risultato, al momento, migliore dei nostri 35 anni di attività. Siamo molto contenti, i ragazzi hanno messo in mostra la loro qualità tecnica e la determinazione che noi conosciamo. La nostra idea di puntare sui giovani sta dando buoni frutti e sarà la nostra linea guida per i prossimi anni. Godiamoci queste giornate di festa e poi penseremo alla prossima stagione. Grazie a tutti gli atleti ed allo staff che li segue e fa loro assistenza durante le trasferte. Un ringraziamento particolare a tutti gli sponsor che ci permettono di raggiungere questi risultati." ci dice Patron Fabrizio Pirovano.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco