Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.030.322
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 14 luglio 2021 alle 09:42

Casatenovo: a Villa Mariani in scena 'Donne di Palestina'

Il tema dell’imparzialità ritorna prepotentemente e consapevolmente in scena nel fine settimana del 16/17/18 luglio presso il Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani.
Forse sarebbe più corretto parlare della parzialità di una società nella quale le vite umane non hanno tutte lo stesso valore.
La Compagnia Stabile Carossia affronta, con lo spettacolo Donne di Palestina, la tragedia di un popolo attraverso uno spaccato della vita di oggi delle donne palestinesi raccontate con attenzione, rispetto e verità storica ed umana.
Lo spettacolo è scritto e diretto da Irene Carossia e presenta al pubblico un delicato e al tempo stesso potente quadro: l’interno di una casa palestinese del villaggio di Taybeh, cinque donne, cinque sorelle che si ritrovano per celebrare un rito nel quale si legge una antichissima storia.
L’occasione per queste donne, legate dal fortissimo vincolo della sorellanza, di raccontarsi dopo anni di separazione permettendo agli spettatori di entrare, con discrezione, nella dimensione di un popolo deprivato della sua storia e del futuro.
La fatica dell’essere palestinesi, dell’essere cristiane, dell’essere donne sole, ognuna destinata a lottare per difendere la propria vita, ancora prima della dignità del proprio popolo.
Cinque anime inquiete, affrante ma desiderose di ritrovare, almeno per un attimo, il senso della normalità dentro ad un legame forte ed indistruttibile, quello di sorelle.
Definito pura poesia questo spettacolo permette al pubblico di entrare in punta di piedi in un interno vero ed emozionante, per cogliere silenzi e sussurri che altrimenti svanirebbero inascoltati.
Vibrante è l’omaggio alla storia delle donne nel richiamo all’arte antica della scrittura femminile attraverso il ricamo, dove ago e filo per molto tempo hanno sostituito la penna e l’inchiostro, negati alle mani delle donne, permettendo di tracciare diari condivisi che accompagnano, ancora oggi la vita quotidiana delle donne palestinesi, nei loro abiti ricamati.
Meravigliose le interpreti, Irene Carossia, Luisa Caglio, Mariangela Grano, Stefania Venezian e la giovanissima Giulia Leoni, capaci di donarsi con generosa passione alle protagoniste, vere come si conviene al grande teatro.
Testo e regia di Irene Carossia, Compagnia Stabile Carossia: Irene Carossia, Luisa Caglio, Mariangela Grano,  Giulia Leoni, Stefania Venezian
Audio: Lorenzo Rivolta, Luci: Valerio Villano, Fotografia: Paola Manzoni
VENERDI’ 16 LUGLIO ORE 20.00
SABATO 17 LUGLIO ORE 20.00
DOMENICA 18 LUGLIO ORE 18.00
Nelle sere dello spettacolo è possibile visitare la MOSTRA “IMPARZIALITA” allestita nello Spazio Espositivo dal Comitato CRI di Casatenovo e dallo Staff Regionale “Principi e Valori”.
Per prenotarsi: 340 4652962 /339 1624727/ 039 5988698, promozione@centroteatralevillamariani.eu
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco