Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.034.313
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 18 luglio 2021 alle 15:55

''Gusta Casatenovo'' fa il tutto esaurito con la scoperta del paese e delle sue bellezze


Grande successo anche per il secondo appuntamento consecutivo con la camminata "Gusta Casatenovo", l'iniziativa pensata nell'ambito della rassegna "Casate a un metro da te".
La passeggiata, che si è tenuta nella mattinata di domenica 18 luglio, segue quella organizzata lo scorso 11 luglio e non a caso è stata proposta proprio nel giorno in cui si festeggia ufficialmente - e come da tradizione - la festa del paese.
Per l'occasione è stato scelto come punto di ritrovo e di partenza la bellissima cornice di cascina Rancate in via Sironi, dove tutti i partecipanti hanno iniziato a radunarsi verso le ore 9.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
Entrambe le camminate sono state organizzate grazie al supporto dell'amministrazione comunale, del gruppo Pro loco e dell'associazione Sentieri e Cascine che ha curato nel dettaglio la scelta dei percorsi. Come ha infatti spiegato la consigliera delegata alla cultura di Casatenovo, Enrica Baio, presente alla passeggiata, la decisione di inserire nella rassegna eventi di tipo naturalistico e paesaggistico come questo, nasce dalla volontà di far scoprire il territorio ai cittadini e di valorizzarne anche i luoghi più nascosti o meno noti. 
Oltre alle camminate di queste domeniche, altri eventi proposti all'interno della rassegna e in occasione della festa del paese sono stati quelli dei concerti di arpe a Villa Mapelli Mozzi e Villa Lattuada, le iniziative per bambini e famiglie nel pomeriggio di oggi nel cuore del paese e lo spettacolo a cura di Spazio Bizzarro alla Colombina.

Dopo che tutti i numerosi partecipanti si sono ritrovati presso il cortile della cascina, la consigliera Baio ha preso la parola ringraziando coloro che hanno aderito all'iniziativa, augurando una buona passeggiata all'insegna della natura, dei paesaggi e del divertimento. Presente all'inizio anche la presidente della Proloco di Casatenovo, Rosa Adele Galbiati, che ha sottolineato come la maggior affluenza di persone rispetto alla camminata precedente rivela pienamente il successo e l'apprezzamento di questa tipologia di eventi da parte della cittadinanza e non solo.
La stessa presidente, dopo aver ringraziato gli organizzatori, ha anche introdotto il tema della giornata, ovvero l'acqua, che nel corso della passeggiata sarebbe stata destinata a diventare la protagonista di molti aneddoti, racconti, oltre che a costituire la presenza costante del territorio lungo il percorso, come all'ex acquedotto Mellerio e al famoso pozzo di cascina Porrinetti, ultima tappa della giornata.

Infine, ad intervenire sono anche stati i rappresentanti dell'associazione Sentieri e Cascine, Francesco Biffi e Aldo Villa, quest'ultimo guida storica, documentarista e profondo conoscitore del paese e della sua storia.
Prima di cominciare con la camminata vera e propria infatti, il signor Villa ha spiegato alcune delle ipotesi esistenti sull'origine della cascina Rancate, la quale deriva probabilmente il suo nome dal verbo "runcare" ovvero liberare il terreno per renderlo produttivo e abitabile. L'ipotesi più accredita sull'origine della cascina è che essa sia stata costruita inizialmente come un insediamento civile fortificato e ciò sembra essere confermato dalla presenza della torretta di guardia, a fianco della quale è stata poi costruita una chiesetta che aveva la funzione di purificare l'anima dei contadini del padrone.
L'ultima ristrutturazione della cascina risale all'anno 2000, quando la struttura ha assunto la forma che ha tuttora e della quale, grazie alla sua eleganza e alla posizione immersa nel verde, i residenti ne vanno fieri. Una volta iniziata la camminata ci sono state diverse pause nel percorso con spettacoli di musica nel bosco, racconti e spiegazioni da parte delle guide che hanno reso interattivo e coinvolgente il resto del cammino fino alla destinazione finale.
Nei pressi della cascina Porrinetti i partecipanti hanno poi potuto gustare il pranzo preparato per l'occasione, sempre immersi nella natura e avvolti dalla magia del paesaggio brianzolo.

Contributo fotografico: Gruppo AFCB (Amatori Fotografici Cassina de' Bracchi)
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco