Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 256.990.398
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 21 luglio 2010 alle 07:25

Casate: teatro canzone e rock in "salsa" blues per la neonata formazione musicale degli "Albergo Roma"

Print Friendly and PDF Bookmark and Share


Non è facile descrivere in poche parole gli Albergo Roma, l'atipico gruppo musicale sorto dalle ceneri dei famigerati "Sodomia Montecitorio".
L'idea di far nascere questa band è nata nella mente dei relativi componenti dopo una jam session sul palco della Sagra del Maiale, organizzata sul finire del 2009 dal gruppo Mosto a Casatenovo alla presenza di Emilio Sanvittore (King) e Diego Galbusera (Don Diego) dei “Sodomia Montecitorio', Ivan Guillome Cosenza dei “W.Bluesh', Simone "Lima" Limardo degli “Star Dog' e Nicola Caldirola de' “Gli Ambrogio'.

sod.jpg


I Sodomia Montecitorio, storica rock band casatese

La bizzarra atmosfera creatasi da quello strano insieme di musicisti ridestò il desiderio di King e Don Diego di ricominciare a suonare insieme, dopo l'implosione del gruppo avvenuta nel 2005.
Nonostante i Sodomia Montecitorio fossero stati una delle più amate rock band della scena brianzola, dopo lo scioglimento i componenti del gruppo sparirono dalla scena live tradizionale con la sola eccezione di "King" Emilio Sanvittore, l'unico ad essere rimasto attivo musicalmente con il percorso teatrale avviato insieme al gruppo "Emilio e gli Ambrogio", autore di spettacolo di teatro canzone in omaggio al grande Giorgio Gaber.

ambrogio.jpg


Gli "Ambrogio" durante un'esebizione

Nella nascita degli Albergo Roma ha giocato un ruolo fondamentale l'eclettico musicista milanese Ivan Guillome Cosenza, pianista della band rock psichedelica dei W.Blues e autore di un'interessante collaborazione di poesia e musica con la poetessa milanese Cinzia Laila.
A questo trio iniziale si sono poi aggiunti l'esperto bassista meratese Donaldino Barroso ed il giovanissimo chitarrista di Barzanò Carletto Pennati.

Ivan_chit.jpg

Il musicista Ivan Guillome Cosenza

La band ama definire il proprio genere “canzone popolare con inserti di teatro canzone e pezzetti di rock in salsa blues'. Le canzoni composte dal cantautore Emilio Sanvittore, una volta riarrangiate in chiave blues dal maestro Cosenza diventano un qualcosa di poco definibile da un punto di vista musicale, molto diverse le une dalle altre ma legate tra loro da una struttura narrativa estremamente chiara.

diego.jpg

"Don Diego" Galbusera

Tutte le canzoni raccontano storie di personaggi paradossali, usati per burlarsi delle ipocrisie della società  moderna. Questi pezzi sono chiaramente riconducibili alla tradizione del teatro canzone, dove risulta evidente l'influenza dell'esperienza maturata da Emilio Sanvittore con Gli Ambrogio nella preparazione e nelle rappresentazioni de' La vita di G., lo spettacolo in omaggio a Giorgio Gaber, nonchè l'esperienza maturata dallo stesso Sanvittore nel 2009 durante il lungo corso tenuto da Enzo Jannacci alla scuola civica di Musica di Milano.

emilio.jpg


Emilio Sanvittore


"Escamotage narrativo e filo rosso conduttore dello spettacolo è il luogo che accomuna tutti questi personaggi
- spiega Sanvittore - un albergo che diviene specchio della società , assorbe le storie dei suoi clienti e per il tramite del suo personale dipendente (i musicisti), le narra a chi le vuole ascoltare, a chi vuole spettegolare, per divertirsi e ridere dei difetti degli altri che, in fondo, sono un po' anche i nostri.



trio.jpg

Il "trio" composto da Emilio Sanvittore, Diego Galbusera e Ivan Cosenza



Come si chiama l'albergo? Che domanda, un gruppo musicale che nasce a Casatenovo e decide di chiamarsi come un albergo non può che essere l'Albergo Roma. Non che le storie narrate dalla band siano tratte interamente da fatti accaduti nel famoso albergo/ristorante di Casatenovo, anche se alcuni riferimenti qua e la non mancano, ma più che altro v'è stata la volontà  da parte del gruppo di assumere il nome del celebre locale casatese per rendere omaggio ad un luogo di convivialità , cucina popolare e buon vino. La musica è allegria, voglia di cantare e divertirsi, voglia di stare bene insieme, viva dunque gli Albergo Roma e viva l'Albergo Roma".

3.jpg

L'Albergo Roma di Casatenovo

Gli Albergo Roma si esibiranno prossimamente (domenica 8 agosto), con il cantastorie popolare romano Andrea Rivera, al Filago Festival dell'omonimo paese in provincia di Bergamo, con ingresso gratuito.

Per informazioni: www.myspace.com/albergoroma
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco