Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.850.917
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 30 luglio 2021 alle 08:19

Nibionno: l'amministrazione è unanime su assestamento di bilancio e rinvio del DUP

L'amministrazione di Nibionno, compatta, ha approvato all'unanimità le delibere all'ordine del giorno di mercoledì 28 luglio. Il gruppo, nonostante la scissione in vista delle elezioni dell'autunno, non ha mostrato i segni della divisone: tutti i documenti sono stati infatti approvati con il voto favorevole di tutti i consiglieri presenti.

L'assessore Marta Casiraghi e il sindaco Claudio Usuelli

La prima ha riguardato la variazione degli assestamenti e il controllo degli equilibri finanziari del comune di Nibionno, documento che necessita di approvazione entro la fine di luglio. Come spiegato dall'assessore al bilancio Marta Casiraghi, il documento contabile dell'ente registra una variazione perché ha ricevuto fondi aggiuntivi ed è stato applicato l'avanzo Covid. Nel dettaglio, le entrate maggiori sono state pari a 171.000 euro: 119.000 euro di avanzo Covid per spese e trasferimenti dallo stato, 37.000 euro per lo sconto da applicare sulla tassa dei rifiuti (Tari) 15.000 euro di trasferimento statale per buoni. Per contro ci sono state una serie di minori entrate in particolare sulle tasse come Imu e Tari. C'è stata anche una riduzione di 40.000 euro delle sanzioni stradali, in quanto il comune prevede di non riuscire a recuperare il gettito previsto. Le minori entrate ammontano in totale a 144.000 euro.

Gli assessori Laura Puttini e Giovanni Panzuti

Tuttavia ci sono una serie di altri costi da considerare: la manutenzione stradale per 60.000 euro sostenuta grazie ai contributi regionali; 36.000 euro di contributi regionali per il campo di calcetto e una variazione di oneri applicata a spese di manutenzione. Le maggiori entrate sono state usate per coprire le minori spese. Al netto, si hanno quindi 143.000 euro in funzione dell'applicazione dell'avanzo per avere il pareggio.

L'assessore Roberto Gemetto e i consiglieri Stefano Gioia e Gabriele Rigamonti

L'amministrazione comunale aveva in programma anche l'approvazione del documento unico di programmazione (DUP), testo propedeutico al bilancio ma tutto è stato rinviato. Come noto, in autunno, il comune eleggerà il nuovo sindaco: per questo motivo, si è scelto di lasciare libertà alla prossima amministrazione. "Siccome la consigliatura è in scadenza, riteniamo opportuno prorogarlo perché la prossima amministrazione possa farlo. Il rinvio sarà prima dell'approvazione del bilancio di previsione 2022" ha precisato l'assessore Casiraghi.

Si è dato infine il via libera alla convenzione tra il comune e la scuola materna di Tabiago don Luigi Boffa. "Quest'anno va a scadere la convenzione tra il comune, la scuola materna e la sezione primavera - ha riferito l'assessore all'istruzione Laura Puttini - C'era in corso una vecchia convenzione di 25 anni sull'asilo nido. Di proposito, abbiamo deciso di farle scadere alla fine dell'anno educativo. In questo modo abbiamo potuto fare un'unica convenzione con parametri e contributi del comune che sono invariati rispetto al passato. Il contenuto è lo stesso con la differenza che abbraccia le tre realtà educative: scuola infanzia, sezione primavera e asilo nido".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco