Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.913.591
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 15 agosto 2021 alle 11:57

Poesia di Ferragosto

La giornata di ferragosto dai romani ad oggi

si è sempre vista come un giorno di vacanza

per questo è d'uso una gita versi i poggi

fatta da tutti con gioia e con baldanza

 

dopo che il freddo è diventato caldo al cocente

dal sole che spazia e preme sul nostro clima

la sua forza di luce che crea per noi il fiorente

ma quando il caldo è troppo forte ci rovina

 

per questo noi corriamo verso il monte

cercando il fresco che il rilievo ci riserva

ma tanti di noi assolati trovan giusto il fronte

davanti al mare che con sua acqua ci conserva

 

si corre Avanti e indietro ma la gita poi finisce

tornar tu devi a casa nel loco di partenza

hai speso i soldi e il portafoglio non ti condisce

sei ancora al caldo anche al dopo l'evenienza

 

l'unico freddo che ormai non ti consola

è il portafoglio tuo ch'è diventato vuoto

ti senti rattristato e il rimpianto vola

anche se il tutto è sempre stato d'uopo

Colombo Umberto
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco