• Sei il visitatore n° 361.288.365
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 20 agosto 2021 alle 14:02

Sirone, un lettore: moria di pesci nel Gandaloglio. Sversamento 'naturale'

Il fiume Gandaloglio nel tratto tra Molteno e la frazione Altobello di Oggiono è da due giorni che ha le acque grigie scure e puzzolenti e pesci morti: sembrerebbe fognatura. Noi l'abbiamo seguita per un tratto.
Alla frazione di Altobello, prima del ponticello, c'è un torrente che entra nel Gandaloglio: è da lì che arriva la materia inquinante. Questo torrente va verso l'interno della fattoria la Berta di Sirone ma, essendo proprietà privata, non siamo andati oltre. Abbiamo visto un tombino - pensiamo delle acque nere - forse mosso, come se qualcuno ci ha messo le mani. Noi che abitiamo a ridosso al Gandaloglio c'è una puzza insopportabile, più i pesci morti.

Lettera firmata


Abbiamo chiesto delucidazioni sull'accaduto al sindaco di Sirone Emanuele De Capitani. Questa la risposta: "Abbiamo ricevuto la segnalazione del cittadino: la nostra prima preoccupazione era che ci fosse materiale chimico. I nostri tecnici comunali hanno subito fatto il sopralluogo e hanno sentito Arpa.

 

L'azienda era già intervenuta a sua volta: da quanto ci è noto sembra ci sia stato sversamento naturale, con un problema legato ad acque nere entrate nel Gandaloglio. Per quanto non debba succedere, non si tratta di materiale chimico né industriale, che avrebbe provocato danni più ingenti. Nel caso di elementi naturali, i danni sono più contenuti".

 

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco