Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 292.412.043
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 12 settembre 2021 alle 14:30

Bulciago, ecco gli spazi interni della scuola temporanea: 6 aule, 3 bagni e molti accessi

Tutto è pronto per poter accogliere in sicurezza le sei sezioni della Scuola primaria di Bulciago, che in via eccezionale per quest'anno scolastico sono state trasferite presso il campo sportivo di via don Guanella. La scelta di questa nuova location, assunta dall’amministrazione a seguito della demolizione delle ex elementari per consentire la costruzione del nuovo edificio, è stata illustrata concretamente anche alle famiglie dei bambini nel pomeriggio di sabato 11 settembre, quando i genitori sono stati invitati presso la struttura temporanea nel centro sportivo.





La scuola, che è stata installata sul campo di calcio, è stata realizzata in meno di due mesi nel corso di quest’estate e consiste in un grande prefabbricato costituito da moduli abitativi che ospiteranno le diverse aule utili per lo svolgimento della didattica e per tutti gli altri servizi necessari. Gli accessi per raggiungere il piazzale della scuola sono due: il primo utilizzabile dai bambini accompagnati dai genitori - in prossimità di quello per entrare al centro sportivo stesso - e il secondo destinato solo agli alunni e ai volontari del gruppo Piedibus. All’interno, invece, le 6 sezioni si trovano ai lati di un lungo corridoio che termina con un altro accesso sull’esterno: sono tutte dotate di uscite di sicurezza, lavagne interattive, banchi distanziati e tutto l’occorrente per iniziare il nuovo anno.




''Le uscite di sicurezza in ogni aula garantiranno alle insegnanti di far entrare i bambini direttamente dall’esterno, una volta che avranno preso confidenza con la nuova struttura, così da evitare l’uso del corridoio interno che rischierebbe di essere troppo affollato. L’accesso differenziato di ogni classe dovrebbe anche aiutare a prevenire contatti diretti con le altre sezioni, così da poter intervenire più facilmente in caso di contagio. Per questo motivo, oltre alle sei classi, abbiamo pensato anche alla realizzazione di un’aula Covid, per permettere di seguire in presenza le lezioni ai bambini a rischio di contagio'' ha spiegato il sindaco di Bulciago Luca Cattaneo, presente sul sito insieme ad alcuni membri dell’amministrazione per accogliere le famiglie.



Anche il servizio mensa sarà realizzato in tutta sicurezza, con la distribuzione dei pasti monoporzione a ciascun bambino direttamente nelle proprie classi anche se, in caso di bel tempo, le insegnanti potrebbero riservarsi la facoltà di accompagnare fuori i piccoli per consumare il pranzo, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid. Sul perimetro esterno del campo da calcio dove sorge la struttura, infine, è stata realizzata una rete per delimitare la scuola e per controllare qualsiasi accesso o uscita dal sito. Anche in occasione della presentazione di sabato le classi sono state scaglionate in diversi orari per evitare sovraffollamenti e le insegnanti, insieme agli amministratori, hanno cercato di iniziare a far familiarizzare i genitori - ma soprattutto i bambini - con i nuovi spazi in attesa della ripresa di lunedì.




''Senza l’aiuto dei volontari sarebbe stato difficile avere la struttura pronta per settembre, ma siamo molto contenti di essere riusciti a dare agli alunni una scuola interamente funzionante e adatta alle loro esigenze. Ogni cosa è stata studiata per ridurre le possibilità di contagio e per renderla il più possibile confortevole. A questo proposito, ad esempio, siamo riusciti ad avere dei bagni, divisi per maschi e femmine, direttamente dentro la struttura, evitando così che i bambini debbano uscire per recarsi in quelli della palestra comunale, come preventivato inizialmente” ha concluso il sindaco Cattaneo.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco