Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 297.778.964
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 17 settembre 2021 alle 12:21

Il Greppi riparte dalla formazione dei docenti e dà il benvenuto alle prime

Massimo Diana
Mettersi in gioco è fondamentale, soprattutto per il mondo della scuola. Dopo due anni di didattica a distanza imposta dall'emergenza sanitaria da Covid-19, l'Istituto Alessandro Greppi di Monticello si è preparato ad accogliere gli studenti in presenza, ponendo attenzione soprattutto alle relazioni tra docenti e studenti e puntando sulla formazione degli insegnanti.
A questo scopo, si sono tenuti due incontri con Massimo Diana, insegnante di Scienze Umane e Filosofia presso il Liceo Galileo Galilei di Novara, psicanalista, filosofo, saggista e formatore. Quattro ore di formazione per tutti i docenti del Greppi per rafforzare le competenze in materia di comunicazione, le capacità relazionali, l'abilità nel dare valore al rapporto con gli studenti nel processo di apprendimento. Un percorso che ha posto l'accento sull'empatia che gli insegnanti devono saper comunicare agli studenti e alle studentesse, allo scopo di coglierne i bisogni emotivi, di dare il giusto spazio alla loro necessità di esprimersi all'interno del gruppo classe, tanto nei confronti dei compagni e delle compagne, quanto di chi sta alla cattedra. L'obiettivo è acquisire, grazie alle indicazioni di un formatore esperto, sempre più strumenti volti a rendere sempre più la scuola un ambiente in cui tutti possano sentirsi compresi, non etichettati, in cui le relazioni e il benessere psicologico non sono opzionali ma necessari alla maturazione, all'acquisizione di competenze e conoscenze che conducano i ragazzi e le ragazze verso la piena indipendenza e consapevolezza di sé. Un corso di formazione quanto mai necessario alla ripresa dell'anno scolastico, dopo mesi in cui le lezioni a distanza hanno dovuto interrompere rapporti, confronti, esperienze in presenza vitali per chi ancora è nell'età della crescita e della maturazione. L'occasione per rafforzare le possibilità della scuola di accogliere i propri studenti al meglio e di rappresentare il luogo prezioso e vivo della riattivazione delle relazioni interpersonali.

Inoltre, durante la prima settimana, i docenti di scienze naturali hanno accompagnato le classi prime nel parco di Villa Greppi. Sono oltre 500 le piante e gli arbusti, 70 le specie diverse e 7 gli alberi classificati come monumentali fra i più vecchi e grandi d'Italia. Gli studenti hanno così potuto ammirare i cedri del Libano, i lecci, i platani, le magnolie, le araucarie e numerose altre piante. Con il suo giardino all'italiana il parco è parte integrante della villa, che per anni è stata sede del liceo. Per l'occasione i ragazzi hanno potuto accedere anche ad un'area solitamente chiusa al pubblico proprio per proteggere alcune gli esemplari di particolarmente interesse.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco