Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.314.441
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 20 settembre 2021 alle 09:00

Missaglia, UTE: premiazione dei concorsi su Dante il 25 al Monastero

"E quindi uscimmo a riveder le stelle" è l'ultimo verso dell'ultima terzina del XXXIV canto dell'Inferno dantesco.
"Stelle" è la parola con cui si chiudono le tre cantiche della Commedia, a significare, secondo il poeta, la meta dell'uomo, la meta del viaggio dell'intera umanità verso un orizzonte di luce, di speranza e di bellezza.
È con lo stesso verso e con lo stesso messaggio che la nostra Associazione - Università per tutte le età - in collaborazione e con il sostegno delle Amministrazioni comunali di Casatenovo, Missaglia e Monticello, e in prosecuzione della finalità tesa ad offrire ad un pubblico di giovani e meno giovani spazi ed occasioni di apprendimento, conoscenza e di confronto culturale,
ha voluto disegnare un progetto e un programma di attività per la celebrazione del settimo centenario della morte di Dante, una figura che ha fortemente inciso con le sue magnifiche opere sulla storia della letteratura mondiale.
Mai come in questi tempi incerti e difficili il nostro sguardo si spinge alla ricerca di una nuova alba, di una nuova forza, di un'aria fresca e pura che accompagnino il nostro cammino, anche dentro il cuore di ciascuno di noi.

Alcune iniziative e alcune manifestazioni programmate hanno dovuto essere sospese causa le restrizioni dovute alla pandemia ancora in corso.

Si sono svolti invece i concorsi banditi per gli studenti delle scuole di primo e secondo grado e per i ragazzi fino ai 19 anni, con l'obiettivo di avvicinare i giovani alla grandezza e all'eccellenza artistica, culturale e linguistica di una figura di universale rilievo del nostro Paese, spronandoli agli ideali di bellezza e di armonia e incoraggiandoli nel perfezionare le loro abilità in ambito letterario e artistico.

Un concorso letterario e un concorso artistico, di pittura e di scultura, ispirati ai sempre attuali versi "... fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".

La risposta dei ragazzi e degli studenti, sostenuti e accompagnati dalle scuole di appartenenza, è stata più che buona e incoraggiante.

Sabato 25 settembre, nella suggestiva e solenne cornice del Convento di Santa Maria della Misericordia in Missaglia, si svolgeranno gli eventi conclusivi dell'anno dantesco.

Dalle ore 14.00 alle ore 16.30 sarà aperta e visitabile la mostra degli elaborati e delle opere realizzate dai ragazzi.
Elaborati ed opere che sono stati raccolti in una specifica pubblicazione.

Seguirà alle ore 17.00, sulla base delle valutazione e delle scelte delle due giurie incaricate, la premiazione dei vincitori dei concorsi con assegnazione di borse di studio.

Come intermezzo musicale, alle ore 15.00, si terrà il concerto al pianoforte di Alessandro Marino, valente e apprezzato maestro di musica in ambito nazionale ed internazionale.

Il senso del programma che sarà presentato è l'alternanza tra divino e demoniaco.
L' "Invocation" (Liszt) fa da ouverture con tutta la potenza emanata dal divino.
Il programma prosegue offrendo il senso di umanità del martire attraverso le note de "Le chant du martyr" (Gottschalk), per poi passare al demoniaco con l'atmosfera forte di "Mefisto" (Liszt-Valzer n.1) e tornare al sacro con l' "Ave Maria"(Schubert).
Al termine si ripropone una fantasia di brani in cui i toni si alternano ed offrono "Aprés un lecture de Dante: fantasia quasi sonata" (Liszt) una sintesi del dualismo delle composizioni precedenti, con uno sguardo sulla vicenda umana di Dante Alighieri.

Dante affiancato ad un gigante della musica e della cultura come Liszt, per consegnare a tutti, ma ai giovani in particolare e al loro impegno, il messaggio di speranza che l'arte di ogni tempo ha trasmesso all'umanità intera: pur "pellegrini" in questo intricato e difficile viaggio terreno "ritorneremo a riveder le stelle".

L'esecuzione di ciascun brano sarà preceduta dalla presentazione delle caratteristiche delle composizioni allo scopo di guidare, anche il pubblico più giovane presente all'evento, ad un ascolto consapevole ed attento.

A garanzia della sicurezza collettiva per partecipare alla manifestazione sono necessarie la certificazione verde e la prenotazione,

L'augurio è che Dante e il messaggio della sua universale poesia offrano nuova forza, speranza e fiducia al cammino di ciascuno di noi e in particolare a quello dei nostri giovani.

Associazione UTE - Università per Tutte le Età
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco