Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.747.704
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 24 settembre 2021 alle 18:23

Greppi: una pianta in memoria di Manuel, tragicamente scomparso a 18 anni in Liguria

Alcune immagini della cerimonia di questa mattina al Greppi

A poco più di un mese dalla sua tragica scomparsa, avvenuta nel mare di Camogli, in Liguria, stamani all'istituto superiore Greppi di Monticello è andato in scena il ricordo di Manuel Perez, lo studente 18enne dell'attuale 5EA annegato mentre si trovava insieme ai suoi compagni del gruppo scout.

Nell'aiuola all'ingresso della scuola - nel corso di una breve ma emozionante cerimonia - è stato piantato un albero alla sua memoria. Presente anche il padre che, visibilmente commosso, ha letto un pensiero dedicato al figlio mentre il dirigente scolastico Dario Maria Crippa ha voluto ringraziare i compagni di classe del giovane e i suoi insegnanti che gli hanno sempre manifestato vicinanza e affetto durante i primi quattro anni trascorsi sui banchi dell'istituto monticellese.

Il gruppo di scout di Vimercate di cui faceva parte Manuel era partito da Pavia il 9 agosto. Per lo studente residente a Lesmo con la famiglia era la prima gita lunga dopo il lockdown. Ultima tappa prevista: Camogli, il giorno 13. Il mare faceva parte del programma e purtroppo proprio nell'acqua il 18enne ha perso la vita. Una vera e propria tragedia che ha sconvolto tutti coloro la cui esistenza si era intersecata a quella del giovane lesmese.

''La sua voglia di vita, di amicizia, di amore è stata spezzata e a noi che restiamo rimangono sofferenza e insicurezza. Cammineremo per questo mondo con la consapevolezza dolorosa di non averlo al fianco, con la memoria di aver vissuto con lui quattro anni bellissimi, talvolta complicati (specie gli ultimi)'' le parole che all'indomani della tragedia aveva speso il professor Antonio Pellegrino, suo insegnante di lettere, anche lui presente stamani nel corso della cerimonia.

E domani è in programma il ricordo di un altro giovane, prematuramente scomparso: Davide Di Carlantonio, venuto a mancare lo scorso anno a causa di un improvviso malore a poche settimane dalla conclusione degli esami di maturità.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco