Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.613.215
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 settembre 2021 alle 18:39

Missaglia: UTE premia gli studenti per le opere ispirate a Dante

E' stato un pomeriggio intenso quello di sabato 25 settembre. L'ex Monastero della Misericordia di Missaglia ha infatti ospitato le premiazioni del concorso artistico e letterario proposto dall'Università per tutte le età (UTE) di Casatenovo. Protagonisti tantissimi ragazzi delle scuole medie e superiori del territorio che si sono cimentati in una sfida di apprendimento che aveva come tema niente meno che la Divina Commedia.

Il sindaco Bruno Crippa e l'assessore Donatella Diacci con gli studenti e insegnanti del liceo artistico Melotti

Nel 700esimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri infatti, il sodalizio presieduto da Samuele Baio ha deciso di omaggiare una figura che ha fortemente inciso con le sue magnifiche opere sulla storia della letteratura mondiale. Lo ha fatto partendo dall'ultimo verso dell'ultima terzina del XXXIV canto dell'Inferno dantesco: "E quindi uscimmo a riveder le stelle". Proprio quest'ultima parola è infatti quella che chiude le tre cantiche della Commedia, a significare, secondo il poeta, la meta dell'uomo, la meta del viaggio dell'intera umanità verso un orizzonte di luce, di speranza e di bellezza.

I ragazzi e gli insegnanti dell'istituto comprensivo di Casatenovo con i sindaci Crippa e Galbiati

Un messaggio che UTE - insieme ai comuni di Casatenovo, Missaglia e Monticello - ha voluto cogliere e lanciare ai ragazzi, per offrire loro spazi ed occasioni di conoscenza e di confronto culturale. Due appunto i concorsi proposti: quello letterario con un testo da realizzare ispirato alla Divina Commedia che fosse in qualche modo calato nell'odierna attualità e quello artistico, ispirato ai sempre attuali versi "... fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".

I ragazzi premiati per il concorso letterario ispirato a Dante. Sotto a sinistra il professor Stefano Motta

La risposta dei ragazzi e degli studenti, sostenuti e accompagnati dalle scuole di appartenenza, è stata più che buona e incoraggiante, come ha sottolineato l'assessore alla cultura di Missaglia Donatella Diacci, nell'accogliere e ringraziare il numeroso pubblico presente. Si è invece complimentato per l'elevato livello dei lavori prodotti, il sindaco di Missaglia, Bruno Crippa, presente in fascia tricolore all'evento così come il collega Filippo Galbiati, primo cittadino di Casatenovo. Intervenuta anche Maria Teresa Colombo, assessore a istruzione e cultura di Monticello.

Le premiazioni del concorso artistico

''Questo luogo è un vero gioiello'' ha esordito il sindaco casatese riferendosi all'ex Monastero che ha fatto da cornice all'evento, esempio di collaborazione fra l'Università per tutte le età ed il territorio limitrofo. Non per nulla il sodalizio è divenuto un riferimento non soltanto per il comune in cui ha sede, ma anche per Missaglia e Monticello.

''Avete riflettuto su Dante Alighieri e questo è molto importante, soprattutto in un momento storico come quello odierno in cui è necessario rilanciare il paese attraverso l'unità linguistica. La sua è una figura importante alla quale bisogna prestare attenzione'' ha aggiunto Galbiati, mentre il presidente di UTE Samuele Baio ha voluto ringraziare i giurati per la disponibilità mostrata nel valutare gli elaborati dei ragazzi. I primi tre classificati per ciascuna delle categorie premiate infatti, hanno ottenuto una borsa di studio.

Spazio dunque alle premiazioni, partendo dal concorso artistico. La presidente della giuria Rosita Corbetta insieme a Gerry Scaccabarozzi, ha indicato le linee guida che insieme ai colleghi Marco Busoni, Anna Fumagalli e Angela Marabese, sono state seguite nel scegliere le opere più meritevoli, esposte all'ingresso dell'ex convento missagliese. ''Non è stato semplice: tutti i lavori sono stati ben eseguiti. Speriamo che questa occasione possa aiutare i ragazzi a crescere. Bravi a tutti!'' le parole, seguite da un applauso, della professoressa Corbetta.

Per la scuola media sono stati premiati Noemi Cristino, Ariel Ghezzi e Claudia De Clemente per la categoria pittura; per la scultura invece, borsa di studio a Maddalena Bonacina, Luigi Brambilla e Letizia Alberton. Per le superiori, riconoscimento a Giulia Calzaretti, Sara Boglioni e Matteo Daloiso (pittura); Matteo Valagussa, Camilla Beretta e Alice Cattaneo (scultura). Otto invece, gli attestati di merito consegnati ad altrettanti ragazzi.

Da sinistra l'assessore Colombo, il presidente Baio di UTE, il sindaco Galbiati e il professor Motta

A premiare i partecipanti al concorso letterario è stato invece il professor Stefano Motta, presidente della giuria di cui facevano parte anche Maria Carla Sironi, Francesco Sironi, Marina Micheli e Gloria Crippa.

L'assessore Donatella Diacci e Gerry Scaccabarozzi della Bottega dell'Arte

''Grazie di aver scritto: avere dimostrato il coraggio di essere artisti, senza fare la classica relazione, ma cercando di trovare un sentiero nuovo'' ha detto Motta, spiegando di aver valutato insieme ai colleghi gli elaborati secondo due criteri: l'attualità e la dantità. ''Dante aveva un occhio severo e critico sul suo tempo, e voi non avete dimenticato quello che nel frattempo è avvenuto nel nostro mondo. Abbiamo apprezzato anche l'istinto di far passare in filigrana Dante attraverso le sue parole''.

Al centro Rosita Corbetta, presidente della giuria del concorso artistico. Sotto Stefano Motta

Premiati dunque Marco Brivio, Alice Arestilli e Sofia Cazzaniga per la scuola media; Zoe Rovida, Andrea Quarenghi e Camilla Scandola per le superiori.

Samuele Baio, presidente dell'Università per tutte le età

Scatti fotografici di gruppo e applausi intrisi di orgoglio e di emozione hanno chiuso il bel pomeriggio, che era stato preceduto dall'esibizione al pianoforte del maestro Alessandro Marino. La speranza ora è che l'iniziativa possa essere soltanto la prima di una serie di appuntamenti all'insegna della ripresa e della rinascita dopo i mesi difficili segnati dal Covid.

Per visualizzare la classifica con i premiati clicca QUI
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco