• Sei il visitatore n° 339.618.729
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 03 ottobre 2021 alle 19:05

Oggiono: Lapeira vince il Piccolo Giro di Lombardia, bruciando l'italiano Petrucci

163 chilometri di percorso per le strade lombarde che si sono chiusi con l'amaro in bocca per l'italiano Mattia Petrucci, arrivato secondo al traguardo in Viale Vittoria a Oggiono, dopo un testa a testa davvero combattuto negli ultimi metri con il francese Paul Lapeira. Si è svolta oggi domenica 3 ottobre la 93esima edizione del Piccolo Giro di Lombardia, la gara ciclistica internazionale per under 23 che richiama giovani promesse del ciclismo da tutto il mondo. Partenza da Oggiono per passare poi per Valmadrera, Onno, Bellagio, Ghisallo, Canzo, Pusiano, Ello e per arrivare di nuovo ad Oggiono: grazie al maxischermo in piazza Manzoni e alla diretta in streaming tutti gli appassionati hanno potuto seguire minuto per minuto la gara.

Al centro e sotto il vincitore

Tanta l'amarezza per l'italiano Mattia Petrucci, classe 2000, che ha corso con la Colpack Ballan: "mi dispiace davvero tanto non aver vinto oggi, era la corsa a cui tenevo di più in tutto l'anno: ero pronto e stavo bene, purtroppo Lapeira era più forte e mi ha saltato negli ultimi cinque metri". Sul podio insieme a lui c'erano il tedesco Georg Steinhauser, arrivato terzo con la Tirol KTM Cycling team, e il primo classificato Paul Lapeira, che con la AG2R Citroën U23 Team è il primo francese nella storia a vincere il Piccolo Giro di Lombardia.

Il sindaco Chiara Narciso con Mattia Petrucci

"Questa è una delle gare più belle per la categoria degli under 23. Erano almeno tre anni che volevo vincere questa gara e vincerla oggi è incredibile", ha dichiarato alla fine della corsa Lapeira. A premiare i tre classificati sul palco di piazza Alessandro Manzoni sono saliti il sindaco di Oggiono, Chiara Narciso, e il presidente del Velo Club Oggiono e organizzatore della manifestazione, Daniele Fumagalli.  "Sono felicissimo per questa gara, anche se avrei preferito che vincesse un italiano. C'è da dire che nelle novantatré edizioni del Piccolo Giro di Lombardia questa è la prima volta che c'è un vincitore francese che merita" ha detto quest'ultimo. È dal 2009 che il Velo Club di Oggiono organizza questa importante gara ciclistica internazionale.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Inoltre, quest'anno si è svolta la settima edizione in cui il trofeo della gara viene intitolato alla memoria di Giorgio Frigerio, ciclista promotore del Piccolo Giro deceduto in un incidente proprio in sella alla sua bicicletta nel 2012.
Anche il sindaco di Oggiono Chiara Narciso ha commentato con gioia la gara appena conclusa, che ha vissuto come primo cittadino oggionese per la terza volta: "Quella di quest'anno è stata una bellissima edizione. L'organizzazione ha raggiunto altissimi livelli. Per questo devo ringraziare l'associazione Velo Club di Oggiono, insieme al suo presidente Daniele Fumagalli, e tutti i volontari che hanno lavorato. Sono contenta che il tempo abbia retto, è stata una giornata in cui tutta la cittadinanza e gli appassionati hanno potuto assistere alla gara. È stata una bella manifestazione di sport e di condivisione".

Il sindaco Narciso ha apprezzato anche le immagini e la diretta streaming che hanno permesso a tutti di vivere la gara con più passione e coinvolgimento. Si chiude con un podio europeo e un secondo posto italiano la prestigiosa gara ciclistica del Piccolo Giro di Lombardia, che dà appuntamento a tutti gli appassionati all'anno prossimo con nuove gare e nuovi ciclisti pronti a sfidarsi sulle rive dei nostri laghi.
M.Bis.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco