Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 297.786.498
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 11 ottobre 2021 alle 12:19

Ello: volontari al lavoro per la Giornata del Verde Pulito

Anche nel comune di Ello si è svolta, come in diverse altre municipalità del territorio, la Giornata del Verde Pulito edizione 2021. Un'iniziativa - quest'ultima - che generalmente veniva svolta durante la primavera ma, a causa della particolare situazione che si è venuta a determinare con la pandemia, quest'anno è stata posticipata all'autunno.

La Giornata del Verde Pulito è stata organizzata per la prima volta nel lontano 1987, ad opera di una serie di comuni della Brianza. All'epoca furono diciotto gli enti che di comune accordo diedero vita per la prima volta a questa iniziativa volta a tutelare l'ambiente ed effettuare opere di manutenzione sul verde pubblico. Fin dalle sue prime edizioni la Giornata del Verde Pulito vide la collaborazione di diverse associazioni ambientaliste e sportive. Una tradizione, quella della collaborazione dei sodalizi di volontariato e sport, che prosegue ancora oggi. Nel comune di Ello, ad esempio, si sono impegnate nella realizzazione dell'evento i gruppi sportivi, gli alpini e l'Associazione Ellese per la Terza Età. Non è mancato, ovviamente, il prezioso contributo dei volontari della Protezione Civile di Ello.

Gli appuntamenti previsti per l'edizione 2021 si sono svolti in due giornate. Nella giornata di sabato 9 ottobre i volontari dei gruppi sportivi e gli alpini sono intervenuti lungo l'Antico Percorso di Fede dell'Alta Brianza. Si tratta del tracciato che collega Annone con Castello Brianza passando anche attraverso i comuni di Oggiono, Colle Brianza, Dolzago e toccando le più importanti opere architettoniche e artistiche, di carattere religioso, presenti in questi sei comuni. L'intervento dei volontari si è concentrato su di un tratto specifico, all'interno del territorio comunale ellese, compreso fra la località nota come Baraggiola e l'abitato di Marconaga.

Lungo questo tratto hanno realizzato la pulizia del sentiero dalle sterpaglie e dagli arbusti presenti al suolo e la rimozione delle prime foglie secche cadute a terra dopo i primi freddi che la stagione autunnale ha portato con sé. I rappresentanti degli alpini e dei gruppi sportivi si sono impegnati anche in vere e proprie opere di manutenzione. Tagliando alcuni arbusti da potare, hanno realizzato nuove strutture per il contenimento del terreno, mettendo in sicurezza il sentiero. Fra i vari interventi è stato messo in sicurezza un tratto del percorso in forte pendenza che ora può contare su una "scalinata" pulita e rinnovata. Costituita da piccoli terrazzamenti è in grado di facilitare la percorrenza da parte degli escursionisti.

Nella giornata di domenica i lavori di manutenzione del verde pubblico sono proseguiti in località Morti della Rata. Qui i volontari dell'Associazione Ellese per la Terza Età - Aete - e i volontari della Protezione Civile si sono concentrati nella sistemazione dell'area. Intervenuti con diverse attrezzature al seguito hanno prima ripulito la zona da sterpaglie e foglie secche, successivamente si sono concentrati sulle opere di manutenzione vere e proprie. Ai margini dell'area e del sentiero presente hanno creato un nuovo canale di scolo per le acque piovane. Per realizzare l'opera è stato necessario l'ausilio di un piccolo escavatore con il quale è stato rimosso il terreno ai limiti del pendio soprastante.

Si tratta di un'opera resasi necessaria anche alla luce delle problematiche verificatesi negli scorsi mesi. Infatti, durante i forti fenomeni temporaleschi della fine del mese di luglio scorso, alcune masse di detriti, costituite da terriccio, ciottoli e rocce erano scivolate a valle dal versante andando a depositarsi nell'area. Per liberare la zona si era reso necessario un intervento da parte della Protezione Civile. Grazie a un escavatore e grazie all'opera dei volontari che operarono manualmente con badili, l'area fu liberata dai detriti. Anche gli amministratori pubblici del comune, in particolare il sindaco Virginio Colombo e il vicesindaco Gianluigi Valsecchi con l'assessore Mirco Ballabio hanno partecipato agli interventi del fine settimana scorso supervisionando le operazioni con i responsabili della Protezione Civile.

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco