Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.693.965
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 11 ottobre 2021 alle 21:06

A Lutsenko la Coppa Agostoni, decisivo il circuito del Lissolo. In gara anche Valverde

Grande giornata di sport e di ciclismo per il territorio lecchese che è stato protagonista della Coppa Agostoni, annuale appuntamento con il giro delle Brianze organizzata dalla GS Lissone.

Alexey Lutsenko, vincitore della Coppa Agostoni


Alle 12.15 puntuali la corsa ha preso il via dallo stabilimento Cleaf di Lissone, tante le stelle in gara, tra tutti l'ex campione del mondo Alejandro Valverde e il quattro volte vincitore del Tour de France Chris Froome che sono stati applauditi dal pubblico presente a caccia di foto e di qualche autografo.

Alejandro Valverde, campione del mondo 2018

Soltanto dopo 40 chilometri è riuscito ad evadere un plotoncino composto da: Thomas Champion (Cofidis, Solutions Crédits), Lorenzo Fortunato (EOLO- Kometa), Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizanè), Simone Bevilacqua (Vini Zabù), Floris De Tier (Alpecin Fenix), Federico Burchio (Work Service Marchiol Vega) e Francesco Carollo (Mg.k Vis VPM). I sette atleti hanno animato i primi due giri del circuito del Lissolo, 24 km da ripetere 4 volte con le mitiche salite di Sirtori, Colle Brianza e Lissolo. A bordo strada molti tifosi hanno applaudito il passaggio dei fuggitivi e del gruppo lungo tutto il nostro territorio.

Alessandro Covi, vincitore del trittico lombardo

La corsa è scoppiata negli ultimi due giri quando il plotone, dopo un cambio di velocità improvvisa, ha riassorbito gli attaccanti a cui nel frattempo si era aggiunto anche Lorenzo Rota (Intermarche Wanty Gobert).

Il gruppo a Colle Brianza

Durante l'ultimo passaggio sul Lissolo Ruben Fernandez ha messo a segno l'attacco decisivo portandosi dietro anche Alexey Lutsenko, Matteo Trentin, Alessandro Covi ed Alejandro Valverde, Remy Rochas, Ben Tulett e Ben Hermans. Lutsenko e Trentin erano i due più freschi e motivati, sono stati proprio loro a mettere in campo un attacco che li ha portati in solitaria a giocarsi la vittoria sul traguardo di Lissone staccando tutti gli altri di una quindicina di secondi.

Cordiano Diagnoni, presidente della federazione ciclistica italiana

In un arrivo allo sprint l'ex campione europeo era indubbiamente il più forte sulla carta, ma il corridore kazako ha fatto terra bruciata e si è portato a casa una vittoria fenomenale.

I fuggitivi a Colle, in prima posizione Lorenzo Fortunato, vincitore della tappa dello Zoncolan

Alexey Lutsenko è particolarmente legato all'Italia, nonostante venga da molto lontano parla la nostra lingua benissimo e aveva un bel conto in sospeso con la Coppa Agostoni. Due anni fa infatti aveva fatto secondo dietro ad Alexandr Riabushenko con non poche recriminazioni.

Chris Froome, vincitore di quattro Tour de France

"Sono felicissimo, sono due anni che penso a questa corsa e finalmente mi sono preso la mia rivincita- ci ha raccontato Lutsenko- quando mancavano circa 10 km Matteo Trentin ha accelerato, io l'ho affiancato e ho contribuito nel tentativo. Siamo andati veramente fortissimo, negli ultimi chilometri quasi non mi giravo più a controllare perché avevo paura che il gruppo ci raggiungesse, poi nella mia testa continuavo a ripetermi che avrei dovuto tenere da parte un po' di energie. Sulla carta Matteo in volata è più forte di me, ma per fortuna sono riuscito ad avere la meglio".

Il podio: da sinistra Trentin, Lutsenko e Covi

Terza posizione per Alessandro Covi che ha regolato la volata del gruppo. Ennesimo piazzamento per l'atleta varesino che dopo il secondo posto della Coppa Bernocchi di una settimana fa ed un'ottima tre valli Varesine si è aggiudicato il trittico Lombardo e un bellissimo diamante (il vincitore viene scelto tra i meglio piazzati in tutte e tre le competizioni).

Un po' di rammarico per il portacolori della Uae Team Emirates per la mancata vittoria, ma un bellissimo premio di consolazione. "Quest'anno la vittoria per me sembra proprio una maledizione- ci ha raccontato Covi- la sto rincorrendo da tutta la stagione ma purtroppo non è ancora arrivata. Oggi con la squadra ci siamo andati vicini con Matteo Trentin, ma purtroppo sulla sua strada ha trovato un Lutsenko in grandissima forma. Mi porto a casa un bel diamante e so già a chi darlo".
Sia Covi che Lutsenko saranno impegnati in due corse in Veneto che chiuderanno il calendario italiano di ciclismo.

I corridori al Lissolo

Molte le autorità presenti a Lissone tra cui il campione olimpico Antonio Rossi - sottosegretario di Regione Lombardia - e il presidente della Federazione italiana Cordiano Dagnoni che proprio nei territori della Brianza è solito regolarmente allenarsi in bici.Giornata da archiviare con successo per la Sc mobili Lissone che è riuscita a portare sulle strade molto pubblico per applaudire ai tanti campioni, nonostante il giorno in settimana. L'appuntamento è già fissato per l'ottobre del prossimo anno.

Contributo immagini: Monguzzi foto

Giorgia Monguzzi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco