Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 304.144.483
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 17 ottobre 2021 alle 09:43

Basket Costa, A1: attesa per la trasferta a Ragusa

Smaltite le fatiche, fisiche ed emotive, della sconfitta al supplementare contro la Magnolia Campobasso, la Limonta Costa Masnaga partirà domenica alla volta di Ragusa, dove alle 18.00 affronterà al Palaminardi la compagine siciliana. Le lecchesi arrivano alla sfida un po' incerottate, ma pronte a sopperire ad eventuali mancanze (sicura quella dell'ex Spreafico) con coraggio ed energia.
Coach Paolo Seletti inquadra così la sfida: “Se guardo a 2 anni fa, con loro e qualche altra squadra, non toccavamo nemmeno terra come si dice in gergo. Ora abbiamo tutte le carte in regola per giocarcela con chiunque. Dobbiamo affrontarle con faccia tosta e a testa alta, non possiamo permetterci i troppi errori commessi nella partita contro le molisane, ci sono costati la vittoria. Ragusa ha un roster profondissimo e completo in tutti i reparti nonostante le assenze di Hebard e Spinelli; una formazione di livello europeo direi, ma senza l'impegno delle coppe, quindi tutte le loro energie sono rivolte al campionato. Attenzione e determinazione saranno al primo posto nel piano gara di domenica”.


PH: ALESSANDRO VEZZOLI

I numerosi tifosi della Virtus Eirene vivranno la loro prima partita in casa dopo moltissimo tempo, quindi l'ambiente sarà caldo, un'arma a doppio taglio per le squadre ospiti. Da una parte ci si può far intimorire, dall'altra ci si può caricare, ma tutto fa pensare che le lombarde sceglieranno la seconda via. Entrando nel dettaglio della formazione allenata da Coach Recupido, scegliere la stellina della squadra è complicato. Kuier, ala classe 2001, spicca sicuramente per eleganza e talento, Consolini può far male grazie alla sua ecletticità, Taylor e Ruzickova danno solidità nel pitturato e non solo, Romeo e Tagliamento sono dei cecchini dalla distanza. Ad avere in mano le redini della squadra sono Santucci, playmaker intelligente e chirurgico, e Kacerik, giocatrice pulita ed ordinata. A completare il reparto lunghe é arrivata da poco Samantha Ostarello, innesto sicuramente di buon valore. Ma la palla é tonda e la fortuna aiuta gli audaci...
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco