• Sei il visitatore n° 339.355.572
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 25 ottobre 2021 alle 14:13

Molteno, asilo: la surroga del consigliere suscita critiche

Surroga del consigliere Franco Riva, mancato negli scorsi mesi, nel consiglio di sorveglianza della Fondazione Ermanno Gerosa, organo di controllo superiore al consiglio di amministrazione operativo in seno alla scuola d'infanzia di Molteno.
Al posto del compianto Riva, è stato nominato Adolfo Pirovano che l'amministrazione comunale ha ringraziato per aver accettato l'incarico.
Precisando di non avere dubbi sulla qualità della persona individuata dall'amministrazione, il gruppo di minoranza sottolinea che, come già in passato, anche in questa occasione non è stato interpellato: un'altra opportunità mancata per fornire nominativi per individuare candidati.
In merito al criterio di scelta che ha guidato l'amministrazione nell'individuazione di una persona da inserire nell'organo di controllo, il sindaco Giuseppe Chiarella ha chiarito: "Quando si richiede un impegno gratuito, non è facile trovare persone che si mettono a disposizione. Pirovano collabora già con l'associazione pensionati. Gli abbiamo chiesto la disponibilità che ha accolto: si è reso disponibile e ha accettato con entusiasmo questo incarico".
Critico il consigliere di opposizione Ferdinando De Capitani: "Il consiglio di sorveglianza fu lo strumento che rese possibile la costituzione di quella fondazione, facendo il passaggio da scuola materna a una scuola di emanazione pubblica ma di diritto privato - ha commentato - La formazione avvenne con Regione Lombardia che ci accompagnò nella costituzione: uno dei passaggi fu la costituzione del consiglio che deve sovrintendere affinché la scuola rispetti i principi costitutivi della fondazione. Il primo consiglio di fondazione fu formato da Pietro Tentori, un industriale aperto che accettò dialogo, Ermanno Negri e l'idea di mettere il sindaco era per dare un'importanza istituzionale pubblica. Per noi questi sono sgarbi istituzionali: si considera un bene pubblico come una squadra di calcio. Un parere ce lo aspettavamo e ci spiace davvero".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco