Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.693.448
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 25 ottobre 2021 alle 20:34

Sirtori critica la scelta di chiudere via Lissolo. ''Disagi per i residenti, nessuno ci ha avvisati''

Non ha gradito la scelta dei ''vicini di casa'' di chiudere per quattro domeniche (o festività) consecutive la zona del Lissolo al transito veicolare, in un'ottica di prevenzione rispetto all'assalto dei turisti a caccia di castagne nei boschi del Parco del Curone.
Il neo sindaco di Sirtori, Matteo Rosa, ha infatti criticato il provvedimento assunto lo scorso giovedì dal Comune di La Valletta brianza che - in seguito al grande afflusso registrato nelle ultime settimane nelle zone boschive del territorio - ha deciso di istituire il divieto di transito in Via Lissolo fino all'intersezione con Via Montevecchia. In pratica a ridosso del confine con il territorio sirtorese.
La prescrizione del sindaco Marco Panzeri è valida ogni domenica, dalle ore 9 alle ore 17, a partire da quella appena trascorsa sino al 7 novembre.
A causa del divieto imposto alcuni sirtoresi si sono lamentati non poco - soprattutto via social - rispetto alle ripercussioni che questa scelta potrebbe avere sul turismo, ma soprattutto sulla viabilità locale. Fa proprio riferimento a questa problematica il Comune di Sirtori che rischia appunto, come ha affermato Rosa, il fenomeno dei ''parcheggi selvaggi''.

Il sindaco Matteo Rosa

A detta sua infatti, il collega avrebbe deciso di chiudere la strada senza interpellare preventivamente il Comune di Sirtori, che ha appreso del divieto solamente attraverso i giornali locali. Questo ha impedito quindi l'organizzazione di spazi dove parcheggiare all'interno del paese, in maniera tale da consentire la normale circolazione dei mezzi, senza creare situazioni di disagio per i sirtoresi.
''La quantità di gente che si è mossa questa domenica era nettamente inferiore rispetto a quella delle precedenti: fortunatamente siamo riusciti ad indirizzare i turisti verso i parcheggi in modo da contenere il caos. Avremmo voluto fare di più ma, visto il poco preavviso, non siamo riusciti ad organizzarci come speravamo, ad esempio creando una mappatura delle zone a Sirtori dove è possibile lasciare i mezzi senza creare problemi'' ci ha detto il sindaco Matteo Rosa, che non aveva mancato di esprimere anche nei giorni scorsi alcune perplessità sul tema anche sui gruppi social dedicati al paese. ''Siamo inoltre venuti a conoscenza del fatto che sono state elevate molte multe a persone che non hanno rispettato il divieto, parcheggiando anche nelle zone dove il traffico non era consentito''.
Gli stalli di sosta presenti nel territorio di Sirtori, dove è possibile parcheggiare raggiungendo facilmente le zone boschive, sono circa 350.

La zona dove è stato interdetto il transito veicolare a La Valletta Brianza

''Abbiamo in programma di trovarci con il presidente del Parco del Curone per cercare di organizzare le prossime domeniche, consentendo a coloro che vogliono passeggiare e fare trekking di svolgere le attività e allo stesso tempo consentire la viabilità per le strade di Sirtori'' ha concluso il primo cittadino Rosa, fiducioso del fatto che tutto si risolverà con facilità, nonostante le domeniche intense (come quella del ponte della prossima settimana) che si profilano all'orizzonte.
S.L.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco