Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.696.636
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 23 novembre 2021 alle 09:19

Molteno, tangenzialina: 'sì' dalla Provincia. Studio di fattibilità per soluzione completa

Mattia Micheli
Il consiglio provinciale, riunitosi nella serata di ieri, 22 novembre, ha approvato all'unanimità l'integrazione all'accordo di programma sottoscritto in data 16.07.2012 tra l'Ente stesso e i comuni di Garbagnate Monastero, Molteno e Sirone per il prolungamento della sp52 a collegamento con la sp49. Via libera, dunque, alla così detta tangenzialina di Raviola e all'impiego di ben un milione di euro – di provenienza regionale – già previsti a copertura di questo progetto (con stanziamento ripartito a metà sul bilancio 2021 e per metà sul 2022).
“Il costo complessivo previsto per l'intervento è di circa 1.300.000 euro: la differenza la mette il comune di Molteno, che dobbiamo ringraziare” ha asserito il consigliere con delega alla Viabilità Mattia Micheli, spiegando come il nuovo raccordo che si andrà a realizzare non sarà risolutivo ma la sua concretizzazione rappresenta comunque un “passaggio fondamentale per aumentare la sicurezza degli abitanti del comune di Molteno e della frazione di Raviola in particolare”, alleggerendo i volumi di traffico. L'impegno della Provincia non finisce però qui. “Abbiamo già deliberato un contributo per uno studio di fattibilità per una soluzione ancor più completa” ha proseguito Micheli, parlando della necessità di dare una risposta concreta ad un territorio che lamenta da anni congestione e bisogno di sicurezza.
Tornando all'integrazione dell'accordo di programma risalente ormai a 9 anni fa, oggetto della deliberazione, il consigliere ha rivendicato il ruolo di “facilitatore” giocato dalla Provincia quale “casa dei comuni” per addivenire ad una soluzione sovramunicipale. “Arriviamo alla fine di un percorso complesso del quale ci siamo fatti carico, ascoltando le istanza che arrivavano dai comuni e cercando una soluzione di gradimento di tutte le realtà interessate” ha ricordato, facendo infine riferimento ad un “accordo che tutela tutti”, inclusi i privati coinvolti, in favore di “un territorio molto produttivo ma nel passato trascurato”.
Plauso per il risultato raggiunto è stato espresso dal consigliere leghista Stefano Simonetti che, riprendendo le parole di Micheli, ha sottolineato come si sia effettivamente sviluppato il ruolo della Provincia come casa dei comuni. “Mi unisco anche ai ringraziamenti al comune di Molteno: mettere quelle risorse non è cosa da poco” ha dichiarato, sottolineando il pregio della soluzione corale trovata.
Il punto, come anticipato, è stato approvato all'unanimità.
Articoli correlati:
19.11.2021 - Molteno: in attesa del passaggio in consiglio provinciale, ok alla tangenzialina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco