• Sei il visitatore n° 338.903.230
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 27 novembre 2021 alle 20:16

Nibionno: linee mandato e una variazione al bilancio 2021/2023

La nuova amministrazione comunale di Nibionno ha approvato le linee programmatiche del mandato che, come spiegato dal sindaco Laura Di Terlizzi, coincidono con il programma presentato per la tornata elettorale, stese in maniera più approfondita. Per il capogruppo di maggioranza Claudio Usuelli, il voto della squadra è favorevole "in quanto le linee di mandato sono quelle già esplicitate durante la campagna per le amministrative".

Di opposta opinione il gruppo Nibionno Protagonista: "È il primo atto politico e quello che vi proponete di realizzare, che ricalca il programma della campagna elettorale - ha affermato Laura Puttini, motivando il voto contrario - Ci pare scontato che la minoranza non accolga questo atto nella sua interezza perché ci sono progetti e programmi a cui avremmo dato una priorità diversa. Ci sono tuttavia progettualità e intenzioni sovrapponibili a quello che volevamo fare anche noi, dato che siamo in un piccolo paese e vogliamo lavorare per il bene comune. Nel corso del tempo, ci riserveremo di valutare ciascuno atto e qualora sia condivisibile, lo valuteremo positivamente".
Nel corso del consiglio di venerdì 29 novembre, è stata anche approvata all'unanimità l'ultima variazione di bilancio del 2021, quella che consente di assestare il conto del triennio secondo le esigenze che ci saranno entro la fine dell'anno. Come spiegato dall'assessore Marta Casiraghi, ci sono maggiori entrate per 167.000 euro di recupero Imu pregresse; 16.000 euro di dividenti Lario Reti Holding; 28.000 euro di trasferimenti sovra comunali e maggiori oneri. Le minori entrate riguardano i trasferimenti correnti e le extra tributarie come le sanzioni stradali, minori rimborsi delle spese legate alle sanzioni. Le variazione è di 15.000 euro sul lato delle maggiori entrate.
Per quanto riguarda le uscite, ci sono maggiori spese di 149.000 euro e minori spese per 96.000 euro (14.000 euro servizi istituzionali, politiche giovanili, sviluppo sostenibile e 85.000 euro per le partite di giro). La differenza è di 53.000 euro di maggiori spese necessarie per Covid, mentre l'avanzo applicato ammonta a 38.000 euro: 8.000 euro per il servizio di fine mandato del sindaco; 11.000 euro di applicazione dell'avanzo vincolato per Covid e 17.000 euro per i contributi della messa in sicurezza degli edifici. Se queste risorse non saranno spese andranno in avanzo per essere utilizzate l'anno successivo.
Dalla maggioranza è stato espresso voto favorevole perchè come sintetizzato da Usuelli "dalla dichiarazione si evince che sono spese necessarie e non voluttuarie".
Un altro punto in trattazione all'adunanza convocata ieri è stato l'indirizzo per la nomina presso enti, aziende e istituzioni. "Ci sono solo gli indirizzi, indicati in termini generali. Poi tutto questo si andrà a formalizzare nel rappresentante dell'ente in relazione all'ente della scuola materna di Tabiago" ha spiegato Laura Di Terlizzi, leggendo tutti gli 11 articoli in quanto la minoranza ha segnalato di non aver ricevuto il documento, in conseguenza del quale ha espresso un voto di astensione.
Il capogruppo di maggioranza Usuelli ha sottolineato: "è bene inviare i documenti perché chi fa il tecnico deve premurarsi di guardare se ci sono gli allegati e non occuparsi di politica, che non è suo compito".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco