Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.516.333
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 16 dicembre 2021 alle 11:51

Casatenovo: al 'comprensivo' 4 plessi su 6 coinvolti nei test salivari Covid sugli alunni

Il dirigente scolastico Melchionna
Sta proseguendo in maniera positiva, fornendo risultati incoraggianti, la campagna di screening presso l'istituto comprensivo di Casatenovo, unica realtà della provincia di Lecco scelta da Ats Brianza all'interno della quale eseguire i test salivari per monitorare la circolazione del Covid.
Dopo la sperimentazione avviata sul finire dello scorso anno scolastico, il dirigente Ettore Melchionna ha confermato la disponibilità ad ospitare per la seconda volta questa importante iniziativa che consente di tenere sotto controllo l'eventuale presenza del Coronavirus all'interno di alcuni dei plessi che fanno parte del comprensivo.
Un monitoraggio che sembra funzionare: ad oggi infatti, si è registrata la presenza di una sola classe posta in quarantena dopo l'individuazione di un'alunna positiva. Il periodo di isolamento per la sezione della scuola dell'infanzia di Valaperta - non coinvolta però, nella campagna di screening tramite i test salivari - terminerà proprio oggi.
''Il bilancio per quanto ci riguarda è estremamente positivo. Abbiamo iniziato lo scorso aprile come istituto pilota, confermando la disponibilità anche per l'anno scolastico in corso. Per il momento lo screening sta coinvolgendo quattro plessi su sei, per un totale di circa settecento alunni'' ci ha spiegato il preside Melchionna.
Dopo aver raccolto la disponibilità delle famiglie mediante consenso informato, gli operatori di Ats Brianza si recano nelle scuole effettuando personalmente il test molecolare su campione salivare a bambini e ragazzi, che dovranno poi ripeterlo per altre due volte a casa tramite autoprelievo, a distanza di quindici giorni, per consegnarlo a seguire nei punti di raccolta scolastici. A chiudere l'iter, l'analisi dei campioni tramite attività di laboratorio, per processarli. In caso di positività, oltre chiaramente alla segnalazione tramite fascicolo personale dell'alunno, viene informata anche la scuola che dovrà a quel punto assumere i provvedimenti del caso tenendo conto delle indicazioni di riferimento fornite da Ats.
''In un'ottica di prevenzione abbiamo deciso di andare avanti e ne siamo soddisfatti: i test salivari si stanno dimostrando attendibili e ci aiutano a tenere sotto controllo la circolazione del virus all'interno dei nostri plessi'' ha concluso il dirigente scolastico, specificando che ad oggi risultano coinvolte tre scuole primarie (su quattro) e il plesso delle medie.
Come dicevamo, l'adesione degli studenti sta avvenendo su base volontaria attraverso la sottoscrizione del consenso informato dei genitori e non comporta vincoli per l'accesso a scuola.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco