Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.519.333
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 dicembre 2021 alle 12:11

Castello B.za: passi avanti per il centro civico e la ''bretella'' delle Cascinette

Nella serata di giovedì 23 dicembre si è tenuta l'ultima seduta consiliare del consiglio comunale di Castello Brianza. Diversi i punti, quasi tutti strettamente amministrativi, posti all'ordine del giorno. Non sono però mancati, al termine della riunione, aggiornamenti sulle principali opere pubbliche previste per i prossimi anni.

Dopo l'approvazione dei verbali relativi alle sedute precedenti, i consiglieri comunali si sono espressi sulle aliquote Imu valide per l'anno 2022. «Tutte le aliquote che erano vigenti nel 2021 sono confermante per il 2022» ha spiegato il sindaco Aldo Riva introducendo la delibera. Una scelta - quella della conferma del livello di tassazione - che l'Amministrazione ha assunto anche alla luce del fatto che «non sono intervenute modifiche legislative» come ha chiarito lo stesso Riva. Poste in votazione, le aliquote Imu sono state approvate all'unanimità da parte dei consiglieri comunali presenti.

Il progetto del Centro Civico

Sulla stessa linea della decisione assunta per le aliquote Imu, l'Amministrazione comunale ha optato per mantenere invariata anche l'addiziona Irpef comunale. Per il prossimo anno sono quindi state approvate e confermate le soglie e le percentuali di imposta già in vigore per l'anno corrente. Anche per l'anno 2022 non verranno quindi introdotti criteri di progressività nel livello di tassazione. Per ogni fascia di reddito l'addizionale Irpef applicata sarà pari allo 0,5%. La decisione è stata approvata all'unanimità dai consiglieri comunali.

Successivamente, il primo cittadino Riva ha dato notizia di un prelievo effettuato dal fondo di riserva comunale. Una cifra pari a 5mila e 250euro dovrà essere restituita allo stato. Si tratta di una quota che il comune ha ricevuto per l'organizzazione dei centri estivi. «Lo stato non ha ritenuto il contributo dato all'oratorio valido» ha spiegato Riva ricordando che il centro estivo in oggetto era quello organizzato nell'anno 2020. Il sindaco ha poi precisato «quest'anno è stato fatto l'oratorio estivo a settembre, tramite un accordo di rete, si spera che venga ritenuto valido».

Il primo cittadino ha passato poi in rassegna le partecipazioni societarie del comune. Un passaggio imposto dalla normativa nazionale e da eseguire entro la fine di ogni anno. Lario Reti Holding con una quota pari allo 0,18% e Silea con quota dello 0,91% si annoverano fra le partecipazioni comunali dirette. Fra le partecipazioni indirette figurano invece Acms-Agam detenuta tramite Lario Reti Holding e Seruso attraverso Silea. «La proposta - ha spiegato Riva - è quella di confermare il mantenimento delle partecipazioni perché le società svolgono servizi strategici per il comune». Si tratta infatti, almeno per quanto concerne Lario Reti Holding e Silea, dei servizi di gestione del ciclo idrico integrato e gestione del ciclo di smaltimento dei rifiuti. I consiglieri comunali hanno votato a favore del mantenimento delle partecipazioni.

Il sindaco Aldo Riva

Gli amministratori hanno poi affrontato il bilancio di previsione per gli anni 2022/2024 e la relativa nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione. Il sindaco Riva ha sottolineato l'importanza di approvare il documento prima della scadenza dell'anno, in modo che l'ente comunale possa operare correttamente evitando l'esercizio provvisorio in dodicesimi. Di fronte al bilancio, che contiene le principali scelte politico amministrative individuate dall'attuale Amministrazione, il gruppo di minoranza ha preferito esprimere un voto di astensione. I documenti programmatici sono quindi stati approvati con i soli voti dei consiglieri di maggioranza.

In chiusura della seduta Riva ha aggiornato il consiglio comunale sullo stato di avanzamento di due opere pubbliche: il nuovo centro civico e la "bretella" stradale in località Cascinette.

Un'immagine della località Cascinette

Per quanto concerne il nuovo centro civico che ospiterà, oltre alla biblioteca, anche altre sale e spazi polifunzionali, il sindaco ha confermato che il progetto esecutivo è stato approvato dalla giunta e consegnato alla Provincia di Lecco per la realizzazione della gara d'appalto. Procedura che, almeno secondo le previsioni dell'Amministrazione comunale, dovrebbe essere espletata nei primi giorni del 2022. Per quanto riguarda invece la "bretella" stradale che sarà realizzata in località Cascinette il primo cittadino ha confermato che la Provincia di Lecco ha ricevuto lo stanziamento di un milione di euro, effettuato da Regione Lombardia, per la realizzazione della nuova strada. Il nuovo percorso, realizzato come deviazione della strada principale di via Roma, permetterà alle autovetture, e in particolare al traffico pesante diretto verso le zone industriali del paese, di evitare lo stretto passaggio all'interno della frazione del paese nota come "Cascine Nere". L'Amministrazione comunale, prima che i lavori prenderanno il via, è intenzionata ad effettuare un incontro con i residenti per illustrare il progetto.

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco