• Sei il visitatore n° 340.364.522
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 29 dicembre 2021 alle 09:07

Nibionno: parco inclusivo e marciapiede in via California nel bilancio 2022

Il consiglio comunale di Nibionno, nella serata di lunedì 27 dicembre ha approvato, con l'astensione del gruppo di minoranza, il bilancio 2022-2024, documento che consente all'ente di allocare le risorse per la prossima annualità. Se viene approvato entro il 31 dicembre dell'anno precedente, infatti, consente al comune di poter spendere le risorse senza andare in esercizio provvisorio. Il documento contabile dovrà poi essere approvato entro il 31 marzo, dopo che sarà entrata in vigore la legge finanziaria. Per poter essere portato in adunanza, bisogna però redigere il documento unico di programmazione (DUP), che indica gli obiettivi dell'amministrazione ripartiti su due macro aree: la parte operativa che riguarda il breve termine, quindi un arco temporale di un anno e la parte strategia che invece comprende un periodo triennale. Tale documento consta di 64 pagine e comprende, oltre alla parte introduttiva espositiva, anche le dotazioni comunali e gli obiettivi dell'ente. "Siamo in post pandemia e dunque non siamo in una situazione economica brillante: dobbiamo tenere conto di questa situazione particolare - ha detto il sindaco Laura Di Terlizzi, presentando il documento - Bisogna tenere conto della riduzione dei redditi delle fasce deboli, della chiusura di attività industriali e del riflesso che tutto questo comporta. Tenendo conto dei vincoli a livello nazionale, abbiamo individuato questo documento".

Il consiglio comunale convocato l'altra sera a Nibionno

Per cominciare, una breve analisi demografica. Nel 2020 a Nibionno ci sono state 27 nascite a fronte di 55 decessi: il saldo naturale è dunque negativo, con meno 28 cittadini. Gli immigrati sono stati 104, mentre 100 persone hanno lasciato il paese: il saldo migratorio è quindi positivo (+4 persone). La popolazione complessiva è di 3.702 abitanti suddivisa tra 1.825 maschi e 1.851 femmine. Per quanto riguarda la composizione per fasce d'età, si registra una preponderanza di fascia tra 30 e 65 anni con 1.830 abitanti, 219 bambini nella fascia 0-6 anni e il resto si distende in maniera equa.
Veniamo alle prime cifre, ovvero il fondo di cassa del comune che al 4 ottobre 2021, data dell'insediamento della nuova amministrazione, ammontava a 3.266.000 euro. Al 31 dicembre 2020 si fermava a 2.865.000 euro, l'anno precedente a 2.368.060 e nel 2018 era di 2.162.000, mentre nel 2017 il fondo era di 1.779.000 euro.
"C'è stato un fondo di cassa crescente negli anni: questo significa che il comune è stato ben gestito" ha commentato Di Terlizzi. "Per quanto riguarda l'indebitamento tramite i mutui contratti dal comune per far fronte agli investimenti, ricordo che dal 2017 al 2020 ci sono stati pochi debiti, che vengono a scadere nei prossimi anni. Abbiamo pagato i debiti, ne abbiamo ancora pochi da saldare e quindi abbiamo ancora margine, se si vuole chiedere un finanziamento all'esterno".

I consiglieri di Nibionno Protagonista

Due sono stati i debiti fuori bilancio: nel 2019 c'è stato l'impegno di 16.531 euro per demolire e mettere in sicurezza la passerella sulla ex SP 342 (riaperta al pubblico nelle scorse settimane) e 57.000 euro per gli interventi di messa in sicurezza di edifici danneggiati dalla tromba d'aria del 2020. Questi interventi sono stati soddisfatti con disponibilità proprie non vincolate.
Passiamo ora alle uscite del comune, tra le quali rientra anche il costo delle risorse umane. Nibionno ha 11 dipendenti, tutti a tempo indeterminato e nessuno in categoria A: l'incidenza della spesa per il personale, pari al 22%, è in linea con la normativa.
Nel capitolo inerente alle spese infrastrutturali di gestione, ci sono le linee programmatiche.
Nel campo tributario, sono inserite le tariffe della imposte (nuova Imu, Tari, Irpef), rimaste invariate rispetto agli anni precedenti. "Siamo un comune che, tenendo conto della situazione, non aumenta un'imposizione fiscale e va incontro alle esigenze dei nuclei familiari" ha sostenuto il sindaco.
Il Comune ha un'entrata di 160.000 euro, risalente al 13 ottobre, da parte della banca Intesa San Paolo. "Abbiamo ceduto un terreno in località Mazzacavallo in base una piano per insediamento produttivo (PIP). Abbiamo chiesto la rivalutazione del terreno a un ente sopra le parti, ovvero all'agenzia delle entrate che ha inviato la comunicazione di un surplus di 160.000 euro". Tali risorse verranno destinate con ogni probabilità alla realizzazione di un parco giochi inclusivo, il cui inizio lavori è previsto in primavera.

Al centro il sindaco Di Terlizzi

Infine, le opere pubbliche, illustrate dal primo cittadino: "Per il 2022 prevediamo la realizzazione del marciapiede in via California. L'importo è importante (396.000 euro) per vicissitudini pregresse: potrebbe essere sostenuto, ma non è confermato, con un contributo dell'azienda Sitab per 230.000 euro. Se azienda non fa più le modifiche richieste, l'importo va sovvenzionato da parte del comune. Nel 2023 le principali opere sono la riqualificazione dell'illuminazione e l'efficientemente energetico per 700.000 euro: una somma importante, che speriamo di finanziarlo tramite con bandi. Nel 2024 prevediamo la riqualificazione dell'ex scuola media, dove sono stati stimati 600.000 euro di costi".
Ad entrare nel dettaglio delle cifre è stata l'assessore alla partita Marta Casiraghi: "Il bilancio trasfonde in numeri il desiderio dell'amministrazione. In assenza della legge finanziaria statale, dei fondi per le Olimpiadi che interesseranno anche questo territorio e di quelli del piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), i trasferimenti dello stato non hanno potuto essere riflessi in maniera consolidata. Noi abbiamo considerato 500.000 euro, che è quanto lo stato ci dà all'anno: in caso di fondi aggiuntivi, procederemo con variazioni di bilancio".
Complessivamente, sono stati previsti 1.835.000 euro di entrate tributarie proprie, suddivise in 860.000 euro entrate tributarie, 545.000 trasferimenti statali e 430.000 euro di Tari. Tra le entrate extra tributarie, la parte del leone la occupano le sanzioni stradali con incassi previsti per 500.000 euro: tale somma è vincolata a spese a sostengo delle attività di sicurezza e prevenzione stradale.

"L'indebitamento del Comune sta scendendo - ha rimarcato l'assessore - Gli avanzi liberi al consuntivo di aprile, potranno essere usati per quanto sarà necessario fare e l'avanzo presunto è di 1.300.000 euro.
Se il capogruppo di maggioranza Claudio Usuelli ha espresso voto favorevole perché "rispecchia il nostro programma elettorale", la minoranza Nibionno Protagonista si è astenuta: "Non è contrarietà perché sono strumenti importanti ma, in linea con quanto fatto con le linee programmatiche, abbiamo diverse visioni sulle linee di mandato. Non ci asteniamo, invece, per quello che serve approvazione, come le tasse, perché sono delle conferme" ha chiarito il capogruppo Laura Puttini.

M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco