Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.524.083
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 30 dicembre 2021 alle 08:23

Garbagnate: per evitare i contagi alla materna, il Comune sostiene la pulizia

Una convenzione con l'istituto scolastico per l'attività di pulizia straordinaria legata al Covid. All'unanimità delle forze politiche, il consiglio comunale che si è tenuto l'altra sera a Garbagnate Monastero - ancora in modalità a distanza - ha approvato la convenzione per lo svolgimento dei servizi misti dell'annualità 2021-2022.
"Questa delibera riguarda soprattutto la scuola materna - ha spiegato l'assessore a istruzione e cultura Gigliola Bonacina - Insieme al dirigente, abbiamo deciso che la sezione blu venga divisa per garantire un maggiore distanziamento visto che abbiamo avuto più bambini con Covid alla materna. Stipuliamo quindi questa convenzione con il personale ATA, in modo che prima del pranzo la pulizia dei bagni e delle aule venga fatta da personale esterno, mentre dopo viene fatta dalle due bidelle per un costo di 1.800 euro per tutto l'anno". La convenzione è stata elaborata dal segretario comunale, il dottor Claudio Ministeri.

La scuola materna di Garbagnate Monastero

A seguito della richiesta della capogruppo di minoranza Elisabetta Rigamonti, l'assessore ha confermato che il costo del Comune per questa collaborazione di servizio è sostenuto dal fondo Covid dello stato. Il collega di opposizione Giampaolo Magli ha invece domandato se tale attività riguarderà anche la scuola primaria e secondaria.
La replica di Bonacina: "Quest'anno lo abbiamo attivato esclusivamente per la scuola materna perché abbiamo avuto più casi. L'anno scorso è stato attivato sia per la materna che per la primaria perché alla primaria stanno andando alla mensa come al solito. Il contributo viene dato alla scuola che poi lo gira al personale ATA. Non è una diatriba né un obbligo, ma una necessità: sono funzioni miste tra comune e scuola. Il fatto che lo facciano le bidelle è una scelta ponderata: sono già istruite per come fare le cose e conoscono scuola e bambini. Questo per evitare che entri altro personale e si debba fare la verifica del green-pass, di cui le bidelle sono già in possesso".

M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco