Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.193.846
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 11 gennaio 2022 alle 14:02

Barzanò: cordoglio per la morte di don Giuseppe Beretta, classe 1940

don Giuseppe Beretta
(foto tratta da www.chiesadimilano.it)
Si è spento nella mattina di lunedì 10 gennaio don Giuseppe Beretta, nato a Barzanò nel 1940 e dal 2008 vicario presso la comunità pastorale S. Ambrogio di Parabiago, in provincia di Milano.
Dopo essere stato ordinato sacerdote nel 1965, all'età di 25 anni, è stato nominato vicario parrocchiale presso l'ospedale di Mombello di Limbiate e, in seguito, presso la chiesa di Santi Gervaso e Protaso a Parabiago, cittadina nella quale sarebbe rimasto per più di quarant'anni.
Don Giuseppe ha vissuto una vita dedicata ai più fragili e simbolo di questo suo impegno è la cooperativa sociale Colof (cooperativa di orientamento e formazione al lavoro) che il religioso ha fondato nel lontano 1992. La cooperativa, infatti, si occupa di inserire famiglie e persone con difficoltà nel mondo del lavoro e negli anni ha ottenuto una grande importanza sul territorio, dove don Giuseppe e alcuni volontari hanno operato al fianco dei bisognosi. Il religioso, infatti, ha attivato sul territorio l'asilo nido "Le impronte", una serie di attività e scuole professionali per i giovani, un centro educativo per persone con disabilità e una comunità di alloggio per i minorenni allontanati dalle famiglie.
Nel 2012, grazie al suo impegno, don Giuseppe è stato premiato con il "Premio Bontà Unci": un grande traguardo che gli ha dato la forza per continuare nella sua attività.
Oggi, la comunità di Parabiago ricorda un sacerdote che ha lasciato un segno nei fedeli e nell'amministrazione del paese tanto da aver ottenuto nel 2015 la civica benemerenza. Il religioso, inoltre, ha preso parte anche a progetti comunali per aiutare ragazzi in situazioni di instabilità. A Barzanò invece, risiedono ancora oggi i suoi fratelli, che insieme al resto dei familiari ne piangono la scomparsa.
Le esequie del devoto si terranno giovedì 13 gennaio alle ore 10.30 presso la chiesa di Santi Gervaso e Protaso a Parabiago. Nel pomeriggio alle 14.30 un secondo rito sarà officiato nella parrocchia di San Vito a Barzanò; seguirà la tumulazione nel locale cimitero.
S.L.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco