Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.322.413
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 28 gennaio 2022 alle 09:31

Barzanò: a giugno lo Yarn Bombing, festival del lavoro a maglia e a uncinetto all'aperto

L'assessorato alla cultura del Comune di Barzanò, organizza il festival ''Yarn Bombing Barzanò'', manifestazione dedicata alla fiber art e alla valorizzazione del lavoro a maglia e all’uncinetto, in occasione della Giornata Mondiale del lavoro a maglia all’aperto, proclamata l’11 giugno 2022.

Si tratta di una iniziativa fortemente trasversale e con una grande capacità di aggregazione, che riunisce persone di ogni età, provenienza, e formazione culturale, attorno a un unico progetto che ha l’obiettivo di trasformare, con un effetto scenografico a forte impatto estetico, un percorso che si snoda attorno al centro di Barzanò.
Lo Yarn Bombing, letteralmente ''bombardamento di filati'', movimento nato in Texas nel 2005, coinvolge ormai decine di migliaia di persone in tutto il mondo, tra cui molti fiber artist, che hanno realizzato installazioni straordinarie. Tra questi l’artista tessile statunitense Magda Sayeg, fondatrice dello yarn bombing, la prima a trasformare i paesaggi urbani o gli oggetti di uso quotidiano, con colorati lavori a maglia e uncinetto.
''Queste "bombe filate" – spiega - sono iniziate in piccolo, su pali dei segnali di stop e idranti antincendio, ma presto le persone hanno trovato un collegamento con l'artigianato e l'hanno diffuso in tutto il mondo. Il talento può nascondersi nei luoghi più modesti, e tutti noi possediamo abilità che aspettano solo di essere scoperte''.
Questa iniziativa, che si svolgerà esclusivamente all’aperto, è stata pensata per coinvolgere chiunque, sviluppando creatività, talento, conoscenza e divertimento: singoli partecipanti, gruppi di due o più persone nati per sviluppare un progetto da esporre, scuole, associazioni, realtà di ogni genere, di Barzanò e di qualsiasi altra provenienza.
Il punto di aggregazione è un’arte che attraversa tutte le culture, che si tramanda da una generazione all’altra, che ha infinite potenzialità, e che insegna l’utilizzo e il riutilizzo di avanzi e scarti dei filati, riciclabili all’infinito.


Per tutti i dettagli sull'edizione barzanese clicca QUI


Altre informazioni:

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco