• Sei il visitatore n° 345.145.860
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 25 marzo 2022 alle 09:02

Ello: Tributi, Bilancio e Lavori Pubblici dividono il consiglio

La seconda parte della seduta consiliare di martedì 22 marzo è stata dedicata a temi di Bilancio, Tributi e Lavori Pubblici. Argomenti che hanno fatto emergere visioni differenti fra la maggioranza e i due gruppi consiliari di minoranza.
La proposta di confermare per l'anno 2022 l'addizionale comunale Irpef allo 0,8%, già in vigore negli anni precedenti, ha trovato d'accordo il gruppo di maggioranza e il consigliere di minoranza Elena Zambetti. Contrari i consiglieri Danilo Riva e Elena Pirovano che hanno scelto di astenersi di fronte alla proposta. Con la conferma dell'aliquota è stata anche confermata la soglia di esenzione per i redditi inferiori a 12mila euro.

Una divisione fra maggioranze e opposizioni che si è replicata con lo stesso schema di fronte alle conferme -per all'anno 2022 - delle aliquote Imu sugli edifici già in vigore nel 2021. Nessuna aliquota verrà applicata alle case degli anziani ricoverati stabilmente presso case di riposo quando la loro abitazione principale non è data in locazione. Le aliquote Imu valide per le aree edificabili sono invece state approvate all'unanimità da parte di tutti i consiglieri comunali sia di maggioranza che delle minoranze.
La proposta di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (Dup) - contenente le principali linee programmatiche e di investimento dell'Amministrazione comunale - necessaria per accedere ai bandi regionali e nazionali ha visto maggioranza e minoranze tornare a dividersi.

Il sindaco Virginio Colombo ha illustrato le principali opere pubbliche ai consiglieri. A partire da quelle in corso. La riqualificazione dell'area antistante il comune, il cui investimento per il secondo lotto è pari a 211mila euro, il nuovo impianto audio video della sala consiliare, con una spesa pari a 15mila euro da liquidare, il restauro parziale della scuola dell'Infanzia De Vecchi che vede opere per 27mila euro ancora da concludere, la messa in sicurezza del Rio di Ello con un investimento residuo di 32mila euro che il sindaco ha commentato ricordando come sia stato «risolto un problema idrogeologico enorme». Vi sono poi i lavori per la sistemazione della strada agrosilvopastorale della Bosina, non completamente ancora ultimati, del valore di 124mila euro, le messe in sicurezza stradali, fra le quali vi sono i nuovi marciapiedi in località Marconaga, costo pari a 32mila euro complessivi. Circa 20mila euro serviranno per il finanziamento del Museo Urbano Diffuso, l'acquisto dei pali di illuminazione pubblica necessiterà di 20mila euro circa e per le opere di messa in sicurezza dei parapetti del cimitero serviranno risorse per 48mila euro.

Numerosi gli investimenti programmati e ancora da avviare. Si parte dal secondo lotto della riqualificazione della scuola dell'Infanzia De Vecchi, investimento del valore complessivo pari a 274mila euro. La realizzazione del nuovo impianto di illuminazione del campo sportivo richiede 291mila euro; intervento per il quale si punterà ai fondi messi a disposizione attraverso il Pnrr. Il percorso pedonale di via Vittorio Veneto, dal costo complessivo pari a 760mila euro e per il quale è necessario concludere prima l'acquisto delle aree su cui realizzare parte dell'opera, attualmente appartenenti a proprietà private. Il progetto risulterebbe al vaglio della Sovrintendenza essendo la zona sottoposto a tutela. Circa 600mila euro sono invece stati preventivati per la sistemazione del palazzo del Municipio. L'Amministrazione vorrebbe realizzare almeno il primo lotto, del valore di 250mila euro, che prevede la sistemazione della copertura del tetto dell'archivio. Resta nel Documento anche il progetto di collegamento fra la scuola dell'Infanzia De Vecchi e la scuola primaria, attraverso la passerella, opera che prevede l'investimento di 237mila euro. Sul plesso dell'asilo è previsto anche un intervento di miglioramento sismico del valore di 151mila euro. Prevista la riqualificazione dell'Area dei Morti della Rata, intervento dal valore di 372mila euro. Il progetto di valorizzazione della storia locale, incentrato sui Negroni di Ello, avrà un costo di 22mila euro ed è attualmente incluso in un più ampio progetto - "Make Lecco" - esteso a 18 comuni. Fra i progetti vi è poi pista ciclopedonale Ello - Marconaga, dal valore di 115mila euro.

L'ampliamento della palazzina del centro sportivo comunale, opera per la quale il comune aveva ricevuto un finanziamento di 109mila euro dal Gal 4Parchi non è ancora stata realizzata. L'opera, che avrebbe dovuto essere realizzata lo scorso anno, è stata rimandata per «problemi tecnici». Il sindaco ha assicurato che tale finanziamento continuerà ad essere a disposizione del comune. Per lo stesso stabile si pensa anche all'efficientamento energetico attraverso un impianto fotovoltaico dal costo di 76mila euro. Nel Dup vi è anche la riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica, opera dal costo di 260mila euro e dal canone complessivo - dopo l'affidamento a un gestore - di 775mila euro in 18 anni. Per la scuola primaria si prevede un intervento di efficientamento energetico, dal valore pari a 146mila euro, ottenendo le risorse attraverso un bando regionale. Con i fondi del Pnrr si punterà invece a realizzare un intervento - dal costo di 238mila euro - volto a migliorare e meccanizzare la rete di raccolta dei rifiuti urbani. L'Amministrazione comunale ha poi preso atto del progetto presentato dall'associazione Santi Giacomo e Filippo, volto al restauro dell'omonima chiesa e dal valore di 288mila euro. Un progetto orientato alla natura e al benessere della persona prevede la realizzazione di 15 opere complessive sul territorio con un costo di 95mila euro. Vi sono poi al vaglio dell'Amministrazione ulteriori ipotesi di studio progettuale volte a realizzare una serie di opere: la sistemazione del tratto dell'Antico Percorso di Fede all'interno dell'area della Marcita di Ello, la riqualificazione di alcune strade agrosilvopastorali, un intervento antisismico sull'edificio della scuola primaria e il marciapiede fra la rotonda del campo sportivo e l'incrocio fra via Boggia e via Milano.

«Ritengo che tutte le modifiche apportate [...] rispecchiano il nostro programma iniziale. Siamo alla fine [del mandato] tanti di questi progetti che avevamo inserito sono stati sviluppati e conclusi, altri sono ancora aperti, ma con buone probabilità di riuscita» ha spiegato il capogruppo di maggioranza Vittorio Ardagna concludendo «voglio fare i complimenti alla giunta e all'Amministrazione perché ha lavorato e continua a lavorare in maniera perfetta».

Un parere diverso quello espresso dalle minoranze. «Do' ragione a Vittorio Ardagna sul fatto che rispecchi il programma» ha esordito Danilo Riva aggiungendo un commento di carattere politico: «mi sembra il programma della campagna elettorale, probabilmente sta già iniziando con questo Dup, con questa esposizione». Il consigliere di minoranza ha annunciato il parere negativo suo e del consigliere di minoranza Elena Pirovano. «Il Dup presenta iniziative che sicuramente e sono di interesse pubblico, [...] non troverà la nostra approvazione perché da sempre abbiamo contestato diversi altri progetti» ha spiegato Riva che ha anche fatto notare come altri progetti, come la riqualificazione dell'area dei Morti della Rata, inizialmente pensata dall'Amministrazione di cui aveva fatto parte e criticata dall'allora minoranza, oggi maggioranza, sia divenuta parte [anche se il progetto è differente] del programma dell'attuale Amministrazione. «Forse l'idea non era così sbagliata» ha dichiarato Riva facendo notare anche come sia stato riproposto il percorso agrosilvopastorale già nel programma della sua Amministrazione. Lo stesso consigliere ha rimarcato il fatto di come la realizzazione di molti dei progetti elencati sia fattibile solo nel momento in cui il comune riceverà finanziamenti da enti superiori.

Un problema, quello dei finanziamenti, che è stato rimarcato anche dal consigliere di minoranza Elena Zambetti. «Speriamo che arrivino i soldi del Pnrr perché la von der Leyen ha detto che una parte destinata ai comuni, con i profughi in arrivo dall'Ucraina, verrà destinata a questa emergenza».

Chiarimenti sulla sostenibilità finanziaria delle opere sono arrivati dal sindaco Colombo. «Con il Pnrr c'è solo un progetto a cui noi possiamo accedere» ha spiegato, chiarendo «il resto sono progetti con finanziamenti legati alla Regione Lombardia e attraverso il meccanismo del Seav che garantisce fondi europei che tutti gli anni l'Europa stanzia». «Altri progetti non è detto che non li possiamo finanziare noi» ha aggiunto il sindaco chiarendo «dobbiamo però aspettare il Bilancio consuntivo». Il progetto che ha più elevate possibilità di essere realizzato con i fondi comunali - per ammissione dello stesso primo cittadino - è il tratto di marciapiede fra il centro di Ello e la località Marconaga. Infine, Colombo ha risposto alla critica legata alla campagna elettorale avanzata da Riva. «Per poter accedere ai finanziamenti, bisogna fare i progetti» ha spiegato Colombo chiarendo «non li abbiamo fatti per la campagna elettorale, alcuni sono pronti già da due o tre anni».

 

In sede di votazione il Dup comunale ha ricevuto il parere favorevole dei consiglieri di maggioranza, ha visto l'astensione del consigliere di minoranza Elena Zambetti e il voto contrario dei consiglieri di minoranza Danilo Riva e Elena Pirovano.

Il Bilancio di Previsione, subito dopo posto in discussione, prevede poco più di un milione e mezzo di euro di entrate nel 2022 e nel 2023, mentre per il 2024 la cifra si ferma a un milione e 450mila euro circa. Al primo gennaio di quest'anno risultano 291mila euro di mutui residui, una cifra in tendenziale diminuzione. A incidere molto sulle difficoltà di far quadrare il bilancio sono stati i costi per i servizi sociali e l'aumento repentino dei costi energetici come quelli per il riscaldamento della scuola primaria e degli altri edifici pubblici.

Danilo Riva commentando il Bilancio ha spiegato: «capisco le difficoltà, però ritengo che il Bilancio abbia una valenza dell'iniziativa politica dell'Amministrazione, linea per la quale non siamo assolutamente d'accordo». Ad esempio delle scelte effettuata dalla maggioranza e non condivise dalla suo gruppo di minoranza riva ha citato: la realizzazioni di bandi separati per la gestione del centro sportivo, il trasporto scolastico giudicato insufficiente, il fatto di non aver rinnovato la convenzione con i comuni limitrofi per la gestione del servizio di polizia locale associata, scelta che avrebbe portato anche a una diminuzione degli introiti da contravvenzioni, le aliquote delle tasse comunali «al massimo» che sarebbero invece dovute essere ridotte e il progetto di riqualificazione del piazzale del municipio. Scelte che «non rispecchiano le nostre idee» ha spiegato Riva annunciando il voto contrario del suo gruppo. Il consigliere di minoranza Elena Zambetti ha posto l'accento sulla situazione «stridente» di un Bilancio che viene fatto quadrare con difficoltà e un Dup ricco di opere pubbliche giudicato «sostanzioso e imponente». «È vero che si punterà ad attingere ai bandi, ma i bandi non coprono mai il 100% delle opere per cui si dovrà reperire risorse dal Bilancio» ha concluso Zambetti annunciando la sua astensione di fronte a quella che è stata descritta, di fatto, come una sorta di incongruenza.

Il sindaco Colombo, rispondendo ai due consiglieri di minoranza, relativamente alla gestione del centro sportivo ha ricordato i due anni di pandemia in cui le attività sono state ferme e non vi è stata richiesta di utilizzo della struttura. Colombo ha anche confutato la tesi della minoranza secondo la quale le sanzioni erogate dalla Polizia Locale siano diminuite del valore indicato. Per finire ha difeso la scelta di ridurre l'accesso di autovetture all'interno del centro storico dove deve essere incentivata la circolazione pedonale come «avviene in tutti i borghi storici».

Il Bilancio di previsione è stato adottato con i voti favorevoli della maggioranza, l'astensione del consigliere Zambetti e il voto contrario dei consiglieri Riva e Pirovano.

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco