• Sei il visitatore n° 345.459.380
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 28 marzo 2022 alle 09:05

Il Lions Club Castello ospita il 31 marzo il professor Pregliasco

Il 20 febbraio è una data che resterà nella storia: nel 2020 a Codogno viene diagnosticato il primo caso accertato di virus SARS-CoV-2. Da lì in poi, con un drammatico effetto virale a domino, l'Italia sarebbe diventata zona rossa, stretta nella morsa della pandemia, del lockdown e della perdita degli affetti più cari, tristemente rappresentata dall'immagine, indelebile nella memoria di tutti, dei veicoli militari che trasportano via le bare dei morti per Covid.
La vita quotidiana fatta di abitudini familiari, di impegni di lavoro e di scuola, di accessi ai servizi pubblici, di socialità, completamente stravolta.
Il Lions Club Castello Brianza Laghi vuole dedicare una serata di approfondimento e di riflessione proprio sul significato di "stravolgimento", per provare a capire quali mutazioni profonde sono intervenute nella vita di tutti i giorni, dalla disposizione del proprio luogo di lavoro alla didattica a distanza, dai protocolli igienico-sanitari a quelli di accessi ai pubblici uffici, dal promuovere eventi e iniziative sociali al vivere con nuovi parametri valoriali le relazioni personali e le proprie priorità.
Con questo intento il Lions Club Castello Brianza Laghi ha organizzato quindi per giovedì 31 marzo, in intermeeting con i Lions Club Val San Martino, Valsassina e Lecco Host, presso la propria sede Ristorante La Casupola a Bosisio Parini, l'incontro con il virologo professor Fabrizio Pregliasco: "Una nuova vita dopo la pandemia".
L'intervento dell'ospite sarà aperto da una lettura dantesca, il canto 25 del Purgatorio, dove Dante, attraverso la figura del poeta Stazio, spiega in versi il concepimento della vita, dell'anima e della verità, lettura che vuole anche essere un omaggio a tutto il personale socio-sanitario che sarà presente, dal momento che Dante era iscritto alla Corporazione dei Medici e degli Speziali.
A fine febbraio di quest'anno, un altro dramma è scoppiato: la guerra in Ucraina. Nel rispetto dello spirito lionistico, "We serve", la serata è finalizzata ad una raccolta fondi per supportare servizi e aiuti umanitari. Con la speranza che i girasoli ora calpestati possano tornare a fiorire e a volgere i loro boccioli, la loro nuova vita, verso "l'Amor che move il sole e l'altre stelle".

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco