• Sei il visitatore n° 340.374.051
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 05 aprile 2022 alle 08:08

Missaglia: approvato il bilancio di previsione con gli investimenti. Cala l'indebitamento

''Sembrava che il 2022 fosse l'anno della ripresa e del ritorno alla normalità. Invece, sono subentrati prima i costi dell'energia e poi l'aumento degli interventi richiesti per giovani e anziani''. Ha esordito così l'assessore al bilancio di Missaglia, Luigi Magni, commentando l'aggiornamento al DUP e il bilancio di previsione 2022-2021 durante il consiglio comunale di venerdì 1° aprile. Un bilancio, quindi, che tiene conto in primis dell'eredità della pandemia e in secondo luogo di nuove situazioni critiche emerse negli ultimi mesi con il risultato che alcuni aggiustamenti sono stati obbligati per mantenere il pareggio.
Nel bilancio di previsione, nello specifico, le uscite e le entrate sono ad un livello di circa 11 milioni e 300mila euro, con entrate di parte corrente per 5 milioni e di conto capitale per 2 milioni, e se le richieste di finanziamento andranno a buon fine si dovrà anche considerare l'apertura di un mutuo da 350mila euro per un investimento.

L'assessore al bilancio Luigi Magni

Nelle uscite, invece, figurano 5 milioni di euro in parte corrente, e 4 milioni di euro in parte capitale, con una quota capitale mutui di 332mila euro che pesa molto sulla spesa corrente. È proprio la parte corrente, infatti, che ha causato l'aumento dell'addizionale comunale all'Irpef, e dal 2019 al 2021 le entrate correnti sono lievemente aumentate grazie ai contributi regionali e statali per la pandemia e a copertura di minori entrate e maggiori costi.
Nel 2021, il Comune di Missaglia ha ricevuto un totale di contributi straordinari per 320mila euro, una cifra destinata invece a scendere nell'anno corrente. Tra i costi principali che hanno determinato l'aumento del contributo Irpef figurano soprattutto l'illuminazione, il riscaldamento e il personale che hanno determinato un aumento di costi per 289mila euro che, sommati a 60mila euro di spese generalizzate hanno prodotto una minore entrata di 350mila euro.
''Nonostante gli aumenti il Comune ha comunque dei deficit. Per esempio, mancherebbero dei vigili, dei dipendenti nell'ufficio anagrafe e nell'ufficio tecnico che ad oggi sono sovraccaricati di lavoro e pratiche'' ha commentato l'assessore Magni. ''Inoltre, il costo dei servizi correnti aumenterà nel 2022 in varie voci, per lo più nell'acquisto di beni e servizi e per il personale. Le uniche entrate aumentate sono quelle tributarie con l'Irpef, i trasferimenti sono diminuiti ma c'è una previsione di trasferimento di 189mila euro da parte di Fondazione Cariplo nel caso dovessero accettare il finanziamento di un progetto. Nel caso specifico delle entrate tributarie, l'IMU rimane la quota più importante con 1 milione e 645mila euro di entrate, a seguire l'Iperf con 1 milione e 65mila euro e infine la Tari per 700mila euro''.
L'assessore Magni ha poi parlato delle opere in programma nel 2022 o già in fase di avvio, partendo da quelle più onerose superiori ai 100mila euro di costo. Tra queste è stata citata la realizzazione della pista ciclo-pedonale Bariano-Lomaniga per 700mila euro con un finanziamento statale sul quale si è espresso l'assessore ai lavori pubblici Paolo Redaelli, chiarendo che il progetto è stato suddiviso in due lotti con fasi progettuali differenti.
Altra opera cruciale sarà quella della valorizzazione e rigenerazione urbana di Villa Cioja con un costo di 1 milione e 200mila euro che prevede un contributo regionale ancora da definire. A fianco della ristrutturazione dell'edificio si trova la valorizzazione del parco della villa dal costo di 1 milione e 140mila euro per la quale è stato richiesto un finanziamento a Fondazione Cariplo. Il Comune, come ha spiegato l'assessore Redaelli, ha poi chiesto un finanziamento il PNRR per sistemare e mettere in sicurezza le due palestre delle scuole elementari di Maresso e Missaglia, rispettivamente con un costo di 470mila euro e di un 1 milione e 400mila euro. Oltre alle opere maggiori ci sono poi altre opere minori per un totale di 500mila euro, tra cui il rifacimento dell'illuminazione stradale con luci a led cui si prevede la conclusione entro la fine del 2022.

L'assessore ai lavori pubblici Paolo Redaelli

''Sulla nuova illuminazione dovremmo ricavare circa l'82% del risparmio energetico e quindi il bilancio di previsione 2023 potrebbe tirare un sospiro di sollievo in questa voce di spesa'' ha spiegato l'assessore Redaelli. ''A Missaglia ci sono 1313 punti luminosi e di questi 90 sono a led ma ormai vecchi di dieci anni e 780 sono di un tipo che il manutentore attuale si rifiuta di sostituire perché ormai fuori mercato. Verranno quindi cambiati tutti i punti luce e i nuovi led avranno una vita media di 160mila ore e, contando che all'anno le luci vengono accese circa 5mila ore, i nuovi impianti di illuminazione avranno una vita media di circa 32 anni. L'altro lavoro che si sta concludendo è poi il parco giochi di Lomaniga, che dovrebbe terminare entro un mese. L'importante in questo momento difficile per tanti comuni è cogliere al volo le occasioni di bando che si presentano e cercare di avviare i lavori il prima possibile per risparmiare tempo e risorse''.
La parola è quindi tornata all'assessore Magni che ha dato la notizia positiva di una diminuzione del debito finanziario a carico del Comune di Missaglia nel 2022, passando dagli 800mila euro per interessi e capitale nel 2012 ai poco più di 400mila euro attuali.

A sinistra il consigliere di minoranza Rossano Casiraghi

Prima di passare alla votazione, è intervenuto anche il consigliere di minoranza Rossano Casiraghi che ha riflettuto sulla necessità di fare più investimenti che puntino all'autonomia energetica degli edifici comunali o che comunque riducano la dipendenza verso fonti esterne che espongono il comune a brusche variazioni di prezzi come quella in cui ci troviamo ora.
Un punto ripreso e condiviso anche dal sindaco Bruno Crippa che sul finale del consiglio ha affermato proprio come la nuova amministrazione comunale che entrerà in carica il prossimo giugno dovrà dedicare l'intero mandato ad intercettare fondi per nuovi bandi, soprattutto del PNRR, che abbiano come scopo quello dell'efficientamento energetico e della sostenibilità.
''Sono pochissimi i comuni che hanno approvato il bilancio di previsione in questa tratta e questo è sintomo delle difficoltà che si sta attraversando con i rincari delle materie prime e per finanziare nuovi progetti. Il bilancio comunale è ancora molto influenzato dalla pandemia, i trasferimenti statali non ci sono quasi più e quindi diventa centrale presentare i progetti per i bandi in tempo. Sarà poi sempre più necessario lavorare insieme e collaborare con gli altri comuni, perché da solo l'ente locale può fare ben poco'' ha commentato il primo cittadino, ripercorrendo le ragioni e l'approccio politico che hanno portato l'amministrazione a votare l'aumento dell'Irpef, per lo più riguardante una scelta di bilancio.

Il sindaco Bruno Crippa

Quest'ultimo, insieme al punto successivo, riguardante la presa d'atto della recessione dei Comuni di Besana Brianza, Briosco e Veduggio con Colzano dal Consorzio Brianteo Villa Greppi che ha comportato la conseguente modifica dello Statuto e della Convenzione costitutiva da parte degli enti consorziati, è stato votato con l'astensione dei tre membri di minoranza presenti in aula.
Il consiglio si è concluso infine con l'intervento dell'assessore alla cultura Donatella Diacci che ha parlato del Monastero della Misericordia come una tendenza positiva per l'incremento turistico che si può sviluppare grazie anche alla sua proiezione come polo artistico del territorio.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco