Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.911.000
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 13 maggio 2022 alle 15:10

Missaglia-Monticello: materiale scolastico raccolto e destinato alle famiglie bisognose

Un bilancio positivo per l'iniziativa Astuccio Solidale, proposta durante le settimane di Quaresima all'interno dei plessi scolastici di Missaglia e Monticello (facenti parte del medesimo istituto comprensivo) oltre che nelle scuole dell'infanzia.
Un progetto, nato dalla collaborazione fra Caritas, Parrocchie e associazione Fuoriclasse, che ha ottenuto il sostegno delle amministrazioni comunali e che mirava alla raccolta di materiale di cancelleria da destinare alle famiglie in difficoltà economica per le necessità di bambini e ragazzi.

Le referenti di tutte le realtà che hanno sostenuto l'iniziativa Astuccio Solidale
(clicca sull'immagine per ingrandire)

Parte di quanto è stato depositato negli appositi scatoloni presenti nelle scuole - ma anche nelle chiese e nelle due cartolerie di Missaglia - sarà consegnato proprio in questi giorni alla cooperativa La Grande Casa di Casatenovo e all'associazione L'Altra Metà del Cielo di Merate. Il resto del materiale resterà presso i magazzini del centro di ascolto Caritas di Missaglia per le necessità delle famiglie che si rivolgono allo sportello o consegnato direttamente alle scuole.

Questa mattina si è tenuto un breve momento organizzato da insegnanti e alunni delle classi terze delle medie di Monticello, che partendo dall'esperienza di Astuccio Solidale, hanno seguito un approfondimento sul tema della solidarietà. A lezione - come hanno spiegato gli stessi alunni - hanno incontrato le volontarie de L'Altra Metà del Cielo che si occupano di sostegno alle donne (e ai loro figli) vittime di violenza, entrando poi in contatto con i referenti de l'Operazione Mato Grosso e dell'associazione Medici con l'Africa.

Le referenti di Cooperativa La Grande Casa, Caritas Missaglia e L'Altra Metà del Cielo

Un valore imprescindibile quello della solidarietà, come hanno ben spiegato i ragazzi ringraziando coloro che li hanno condotti in questo interessante progetto, fra i quali anche le insegnanti prof.sse Beretta e Sorentino.
''Anche quest'anno l'Astuccio Solidale si è rivelata un'iniziativa di successo che sarà sicuramente ripetuta e resa parte integrante del nostro programma scolastico'' le parole della dirigente del comprensivo missagliese, prof.ssa Mariacristina Cilli che ha evidenziato la necessità di fornire un sostegno concreto ai ragazzi e alle famiglie che si trovano in difficoltà nell'acquisto di materiale scolastico. Del resto il diritto all'istruzione resta un cardine imprescindibile per la nostra società.

La dirigente scolastica prof.ssa Cilli

Erano presenti pure le volontarie de L'Altra Metà del Cielo fra cui la presidente Amalia Bonfanti. ''Anche se la nostra associazione si rivolge alle donne, non dimentichiamoci che molte di loro hanno bambini. Attualmente ne seguiamo una decina, dai 6 mesi all'età dell'adolescenza, quindi questo materiale è preziosissimo per noi'' ha detto, lasciando spazio a Martina Rosa della La Grande Casa, altra realtà che beneficerà del materiale scolastico raccolto.

Del resto sono molti i bisogni degli utenti a cui si rivolge la cooperativa casatese: dai piccoli profughi ucraini, a bambini e ragazzi dell'educativa scolastica, passando infine per la comunità Il Volo Leggero. Necessità analoghe a quelle del centro di ascolto Caritas rappresentato stamani dalla volontaria Elena Cazzaniga.

Le studentesse che hanno dato lettura di alcuni pensieri sulla solidarietà

Una vera e propria unione di forze da parte di quanti hanno offerto il proprio aiuto per portare avanti il progetto; un ruolo fondamentale lo ha avuto anche Fuoriclasse, l'associazione di genitori a supporto delle scuole, rappresentata stamani da Amalia Guanella.

Una foto di gruppo finale e la consegna del materiale alle realtà sociali destinatarie dello stesso ha posto la parola fine all'edizione 2022 dell'iniziativa, che sarà riproposta anche il prossimo anno.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco