• Sei il visitatore n° 332.504.905
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 16 maggio 2022 alle 08:39

Torrevilla Bike: al via il corso di bicicletta per bambini e ragazzi

Tanta gioia e tanto entusiasmo hanno aperto il corso MTB Boys and Girls, l'iniziativa organizzata dal Torrevilla Bike che propone un'esperienza in bicicletta per i più piccoli. Sabato scorso nel Parketto Bike Unicef, nella zona antistante il cimitero di Monticello, si è tenuta la prima delle tre lezioni che hanno come obiettivo introdurre ragazze e ragazzi dai 6 ai 14 anni alla bici con prove pratiche, ma anche con una base teorica fondamentale per pedalare in sicurezza. Il corso è nato ormai circa dieci anni fa e in ogni sua edizione attira tanti giovani partecipanti pronti a gettarsi in una nuova avventura e stringere anche qualche amicizia.

Alcune immagini dei piccoli ciclisti impegnati nel corso di sabato pomeriggio

''Siamo stati veramente felici di riproporre questo corso che consideriamo come uno dei nostri fiori all'occhiello, gli anni di pandemia ci avevano un attimo bloccato, ma finalmente possiamo ripartire - ci racconta Fabrizio Pirovano, presidente del Torrevilla Bike - anche quest'anno molti bambini hanno aderito alla nostra iniziativa, alcuni avevano partecipato alle edizioni precedenti. Quello che proponiamo è un corso introduttivo alla Mountain Bike, una sorta di primo assaggio che però vuole fornire delle basi fondamentali per andare in bici. Spesso in alcune società si tende a sottovalutare l'importanza della tecnica, si preferisce subito mettere i propri atleti in sella e così si trascurano la capacità di guidare il mezzo, il saper frenare e cose di questo genere. Molti dei ragazzini che partecipano sono alla loro prima esperienza, è il loro primo approccio con la bici e così si appassionano tanto da voler continuare''.

Nelle scorse settimane il gruppo del Torrevilla Mtb aveva già riscosso successo con il corso MTB Lady riservato a tutte le donne e le iniziative proseguono. Tanti piccoli pedalatori con casco ben allacciato si sono presentati alla lezione con tanta voglia di imparare, ma anche di divertirsi. I maestri con tesserino FCI hanno prima introdotto il programma delle tre giornate e poi hanno diviso gli alunni in tre gruppi in base al loro livello; una scelta dettata dal grande numero di partecipanti, ma che permette a ciascuno di imparare sempre cose nuove alzando l'asticella. Dopo le prime spiegazioni circa la sicurezza sono iniziate le prime pedalate tra le rampe del parketto sempre sotto l'occhio vigile dei maestri e degli organizzatori.

Il corso si articola in tre lezioni, tre sabati consecutivi a partire dal 14 maggio. Ogni pomeriggio è diviso tra un momento di spiegazione teorica e poi pratica, l'obiettivo è quello di imparare divertendosi e soprattutto di appassionarsi. ''Abbiamo molto a cuore la sicurezza- prosegue Fabrizio Pirovano- riteniamo che sia fondamentale insegnare fin da piccoli a rispettare il codice della strada e ad indossare le giuste protezioni. Non bisogna però dimenticare che i nostri alunni sono piccolissimi, non si può caricarli subito di tante nozioni teoriche e così cerchiamo di dividerle un po' per tutto il pomeriggio. La maggior parte degli esercizi che proponiamo sono a forma di gioco, un modo per farli divertire e nel frattempo imparare. Per esempio c'è il gioco dell'equilibrio, passare su dei dossi, fare dei salti, tra una pedalata e l'altra scappa una risata e spesso nascono anche grandi amicizie''.

Grandi sorrisi sono stampati sui visi dei giovani partecipanti che si danno battaglia a colpi di pedalate in piccole sfide. Tra una chiacchera e l'altra imparano, ci sono tante domande, tanta voglia di conoscere ancora e ancora. I più intrepidi si gettano in discesa tra le curve del parketto, altri più timorosi preferiscono aspettare, altri ancora chiacchierano con dei nuovi amici. Per molti è il primo vero corso in sella, sono felici e si stanno già appassionando, non c'è competizione solo voglia di imparare e tanto divertimento.

Gli organizzatori e i maestri guardano orgogliosi, chissà, forse un giorno uno di quei giovani pedalatori, diventerà un vero campione, ma per il momento l'importante è divertirsi.

G.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco