• Sei il visitatore n° 361.281.111
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 31 maggio 2022 alle 07:43

Nibionno: teppisti al parco giochi di Via Diaz. Il sindaco invita al comportamento consono

Adolescenti rumorosi e irrispettosi al parco giochi: arriva il richiamo del sindaco. Laura Di Terlizzi, primo cittadino di Nibionno, invita infatti i giovani concittadini a tenere un comportamento consono e corretto in un luogo pubblico. I fatti, ultimi in ordine temporale, riguardano quanto accaduto lo scorso fine settimana nel parco giochi di via Diaz: a seguito delle segnalazioni dei residenti, sia venerdì pomeriggio che sabato sera è stato necessario fare intervenire la vigilanza privata e le forze dell'ordine per poter fare rientrare la situazione alla normalità.

"Sono problemi legato al fatto che è un parco a uso promiscuo, con una zona per i bambini piccoli e una zona dove è presente un cesto per il basket che lo rende appetibile agli adolescenti - spiega il primo cittadino - Si sono verificati una serie di episodi poco piacevoli a seguito dell'utilizzo di un linguaggio poco consono, alla sporcizia lasciata in terra dopo le serate (carta, e bottiglie di vetro..) e a litigi: tutto questo non è tollerabile".
Da qui la sollecitazione del sindaco, tramite canali social, a rispettare il luogo: "Vorrei sensibilizzare all'utilizzo per il quale il parco giochi dovrebbe essere usato: un luogo dedicato alla socialità e al momento di aggregazione e non un luogo da imbrattare. So che i ragazzi hanno bisogno di muoversi e stare insieme: nessuno vuole demonizzare il fatto che si incontrino, ma devono comportarsi in maniera consona. Più di una volta sono stata sollecitata ad andare a vedere e ho visto ragazzi in moto in un'area dove, anche per la presenza di bambini molto piccoli, non è consentito l'ingresso ai motocicli. Vorrei richiamare l'attenzione su questi comportamenti eccessivamente allegri dei ragazzi: mi scuso con i cittadini che abitano nei pressi del parco e chiedo loro di segnalarmi in qualunque momento comportamenti non educati e irrispettosi".
Lo scorso fine settimana è risultato divelto anche il cartellone comunale per le inserzioni pubblicitarie: "A una prima visione delle telecamere, sembrerebbe che la responsabilità sia attribuita al vento". Tuttavia, i toni un po' troppo eccessivi sono stati richiamati dal sindaco e avranno vita breve.

"Stiamo presentando il progetto per realizzare il parco inclusivo - prosegue Di Terlizzi - Tra qualche mese incominceranno i lavori, al termine dei quali posizioneremo i cancelli temporizzati".
Il comune ha inoltre partecipato a un recente bando per implementare il numero delle telecamere di videosorveglianza, che oggi sono quattro: "Speriamo di poter accedere a questi finanziamenti che ci consentiranno nuovi benefici dal punto di vista della digitalizzazione".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco