• Sei il visitatore n° 361.282.314
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 07 giugno 2022 alle 07:44

Nameless Music Festival: l'organizzazione annuncia le date 2023, mentre i sindaci ringraziano

Archiviata l'edizione 2022, la prima in scena alla Poncia di Annone Brianza, Nameless Music Festival ha già aperto le iscrizioni - in via esclusiva - per la prossima edizione di cui sono state già annunciate le date: 2, 3 e 4 giugno 2023. Solo per oggi, dalle 12, è possibile acquistare un numero di biglietti limitato a un prezzo che l'organizzazione definisce vantaggioso.

Torna quindi il format dei tre giorni che aveva accompagnato l'edizione 2019, l'ultima che si era svolta a Barzio. La location invece è confermata alla Poncia, nell'ampio fazzoletto verde dove si vedono sfumare all'orizzonte i più noti monti lecchesi. Un annuncio, quello dell'organizzazione, che in quattro ore ha raccolto quasi 300 commenti dei ragazzi che, taggando i loro amici, chiedevano di aggiungere nuovamente il quarto giorno oppure hanno inviato suggerimenti per gli ospiti del prossimo anno. Altri ancora, i nostalgici, hanno scherzato sul fatto che ieri sera non ci fosse Nameless o hanno inviato messaggi di accorato appello ai coetanei che hanno conosciuto nella quattro giorni di evento.
Se dunque l'organizzazione si sta già muovendo per raccogliere le prime adesioni, i sindaci già ieri avevano confermato l'apprezzamento per questa manifestazione e la sua buona riuscita.

Il sindaco di Molteno Giuseppe Chiarella si è indirizzato direttamente ai cittadini, chiedendo loro di segnalare eventuali criticità riscontrate in questi giorni, al fine di poter raccogliere le istante per il miglioramento dell'organizzazione.
"Si è concluso domenica il Nameless 2022, una manifestazione di caratura internazionale che ha visto il nostro Comune coinvolto in prima persona, sia per i riflessi sulla viabilità sia perché uno dei due ingressi era ubicato a Molteno - ha affermato - È la prima volta che il nostro Comune si è trovato ad affrontare una folla così numerosa di giovani provenienti da tutto il mondo per assistere al Nameless. È stato bello vedere il nostro paese invaso da giovanissimi, la maggior parte dei quali ha dimostrato rispetto ed educazione per il nostro paese. Sicuramente qualche condotta non è stata esemplare ma se consideriamo che sono transitati nel nostro paese una media di 15.000-18.000 persone al giorno, il bilancio è positivo. Questa manifestazione ha avuto anche il pregio di far conoscere il nostro territorio, circostanza non da poco per i riflessi economici che ciò comporta".

I sindaci oggionesi insieme agli organizzatori dell'evento prima del debutto del Nameless ad Annone

Il pensiero è andato poi ai residenti e a tutte le forze che hanno lavorato negli scorsi giorni per garantire la sicurezza di tutti i frequentatori del festival: "Ringrazio tutti i miei cittadini per la pazienza dimostrata e, al contrario di quanto si possa pensare, per il sostegno avuto - ha affermato - Al termine della manifestazione in oggetto che ha visto transitare per Molteno e Annone di Brianza un flusso di oltre 20.000 persone al giorno, non posso che congratularmi per l'ottimo lavoro svolto dalla polizia locale di Molteno e dalla protezione civile comunale, quest'ultima in supporto alla polizia locale. Il risultato della manifestazione, per quello che riguarda gli aspetti che hanno coinvolto il nostro territorio (viabilità, parcheggi, controllo del territorio), è assolutamente positivo: non vi sono stati incidenti né particolari situazioni meritevoli di attenzione. Tale risultato è stato raggiunto grazie alla professionalità con cui avete svolto il vostro lavoro, non sempre facile quando si entra in relazione con un pubblico molto giovane".

A destra il sindaco moltenese Giuseppe Chiarella

Il primo cittadino ha espresso poi un ringraziamento personale a tutto il corpo di polizia locale con il comandante Walter Cecco e l'agente Davide Farella che hanno coordinato le attività di loro competenza con abilità e grande spirito di dedizione al servizio e al coordinatore del gruppo di protezione civile Angelo Cavenaghi che, supportando la polizia locale insieme all'ampio gruppo di volontari, "ha saputo ben organizzare e gestire le attività loro delegate. Il servizio svolto dalla protezione civile è stato fondamentale per la buona riuscita della manifestazione - ha aggiunto - Il nostro comune, come sempre del resto, ha svolto il suo dovere rendendo un servizio indispensabile alla nostra comunità".

M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco