• Sei il visitatore n° 332.040.128
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 14 giugno 2022 alle 22:48

Ello, elezioni: parla lo sconfitto Colombo. ''Siamo stati fermati dal Covid''. Probabile un passo indietro

Virginio Colombo
"Pago i due anni di Covid che mi hanno fermato". A ventiquattro ore esatte dallo spoglio elettorale che lo ha visto sconfitto per 33 voti, l'ormai ex sindaco di Ello Virginio Colombo sembra aver delineato parte del quadro in cui è maturata la sconfitta sua e del suo gruppo di maggioranza "Pensiero e Azione".
Il primo cittadino ha individuato nei problemi emersi durante il biennio drammatico dell'emergenza sanitaria il motivo principale di una sconfitta elettorale maturata al termine di un mandato amministrativo che è volto al termine dopo un quinquennio non certo facile per lui, come per altri amministratori comunali del territorio.
"Purtroppo l'investimento a cui tenevo di più, quello del marciapiede di via Vittorio Veneto, verso il cimitero, è stato rallentato dal Covid-19" ha spiegato Colombo precisando: "Ello è sottoposto a vincolo paesaggistico e ho dovuto aspettare per un anno e mezzo che gli uffici della Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio di Milano si esprimessero sul progetto".
Un progetto, quello del marciapiede di Via Vittorio Veneto, che aveva costituito uno degli elementi principali del programma elettorale del gruppo di "Pensiero e Azione" in vista delle precedenti elezioni amministrative del 2017. Durante lo scorso quinquennio, sicuramente a causa anche dei rallentamenti procedurali conseguenti alla pandemia, non è stato portato a compimento. Anche se - per dover di cronaca - è necessario registrare comunque l'avanzamento di un iter procedurale piuttosto complicato che ha portato il progetto a uno - o forse due - passi dalla realizzazione.
Resta il fatto che proprio il marciapiede di Via Vittorio Veneto, non realizzato, è entrato a pieno titolo anche nella scorsa campagna elettorale appena conclusasi. Non sono mancate critiche da parte dei cittadini per la mancata realizzazione dell'opera. Un'altra opera similare non ancora portata a termine è stato il marciapiede di collegamento fra il centro di Ello e la località di Marconaga. Mentre un primo tratto di collegamento fra la stessa località di Marconaga e il sottostante abitato in località Fura è stato realizzato. Quella dei marciapiedi per i pedoni è apparsa una questione abbastanza sentita dalla cittadinanza, in chiave elettorale, vista la peculiare frammentazione del tessuto urbano ellese, diviso in molte frazioni.
Da un punto di vista più complessivo, quello degli investimenti in opere pubbliche è stato un tema sul quale l'ex sindaco Virginio Colombo ha investito molto tempo del suo mandato amministrativo. "Loro hanno fatto in cinque anni 450mila euro di investimenti" ha spiegato Colombo, riferendosi all'Amministrazione Zambetti di cui Danilo Riva era vicesindaco, e ha poi rimarcato: "io in cinque anni ho fatto quasi due milioni e mezzo di euro di investimenti".
Epoche amministrative differenti - si potrebbe notare - nelle quali i vincoli di Bilancio e il patto di stabilità furono più stringenti durante l'amministrazione di cui Riva è stato vicesindaco.
Tuttavia, le opere pubbliche non sono state l'unico versante in cui l'amministrazione guidata da Colombo si è impegnata. L'ex sindaco si è anche sentito di poter elogiare - con titoli di merito conferitogli, a quanto spiega, anche da altri sindaci - la propria gestione dell'emergenza pandemica.

"Ho ricevuto le telefonate di molti sindaci" ha spiegato Colombo ricordando come, in modo specifico, alcuni abbiano apprezzato la sua gestione e operosità durante le fasi della pandemia. "Mi hanno detto che sono stato fra i migliori a gestire l'emergenza Covid" ha spiegato Colombo ricordando l'impegno per l'apertura del centro tamponi, del centro vaccinale dedicato agli over ottantenni, durante la somministrazione della prima dose nel 2021, e del centro vaccinale dedicato a tutti i cittadini aperto in collaborazione con la farmacia di Ello in occasione della somministrazione delle seconde e terze dosi.
Impossibile da negare, un determinato e concreto impegno amministrativo durante la pandemia vi è stato. Anche a costo di compromettere i rapporti di buon vicinato con le altre amministrazioni. È il caso, ad esempio, proprio del centro vaccinale per ultraottantenni allestito in paese poche settimane prima che tutti i restanti sindaci dell'oggionese ne allestissero uno similare, comune e condiviso, presso il PalaBachelet nella vicina città di Oggiono. Una situazione che ha visto l'amministrazione comunale ellese procedere spedita nel garantire un centro vaccinale ai propri cittadini, compromettendo però parte delle relazioni con gli altri amministratori comunali del territorio.
Volgendo lo sguardo dal passato al futuro, l'ex sindaco, settantacinquenne, dopo la sconfitta elettorale dello scorso 13 giugno valuta seriamente l'ipotesi di rinunciare alla vita politica attiva. Lui che ha avuto proprio nell'impegno politico, a partire dalla militanza nel Partito Socialista Italiano, una delle sue grandi passioni, assieme alla cultura locale e allo studio della storia del territorio.
"Ne ho fatte molte, sono stanco, cinque anni passati sono stati pesanti soprattutto per il Covid" ha spiegato Colombo aggiungendo: "largo ai giovani, noi [il gruppo di "Pensiero e Azione"] abbiamo molti giovani e ci siamo rinnovati, loro [Rivivere Ello] sono gli stessi di dieci anni fa". Nel caso in cui l'ormai ex primo cittadino, nei prossimi giorni, dovesse confermare la decisione di lasciare il consiglio comunale, porrebbe fine a una lunghissima carriera politica e amministrativa che, in passato, lo ha visto impegnato anche nella vicina città di Oggiono. Tuttavia, sembrerebbe ancora intenzionato a spendersi per la vita politica, anche se in secondo piano. "Probabilmente continuerò il mio impegno nel gruppo di "Pensiero e Azione". Il gruppo che lo ha sostenuto come sindaco che, nel nuovo ruolo di minoranza, porterà fra i banchi del consiglio comunale la giovanissima Arianna Farina, la più votata della lista con 31 preferenze e l'ex vicesindaco Gianluigi Valsecchi, che ha ottenuto 28 preferenze. Al posto di un rinunciatario Virginio Colombo dovrebbe divenire consigliere comunale un'altra giovane: Sandy Egghembergher.

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco