• Sei il visitatore n° 339.290.195
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 30 luglio 2022 alle 14:02

Bosisio: norme di sicurezza al centro studi. Ci si adeguerà

È stata approvata dall'unanimità delle forze politiche la mozione di Bosisio Viva riguardante la sicurezza del centro studi Parini. Come presentato nel consiglio comunale di mercoledì 27 luglio da Marta Brambilla, il gruppo ha rilevato che all'interno della sala civica sono presenti anomalie sull'applicazione delle norme di sicurezza e antincendio. L'uscita di sicurezza in fondo alla sala non si apre se c'è è aperto il cancello che porta al posteggio delle scuole medie; l'altra porta, quella all'ingresso della sala, non ha il mangione anti panico e si apre al contrario. "L'aula è inoltre priva di estintori mentre le sedie impediscono l'accesso al quadro antincendio. Il locale adibito a sala regia a volte viene usato come ripostiglio di materiali di varia natura, non sempre compatibili con la funzione della stanza" ha sottolineato Brambilla.



Seconda da destra la consigliera di Bosisio Viva Marta Brambilla

Il sindaco Andrea Colombo ha incaricato delle verifiche l'ufficio tecniche, che ha stilato una relazione: "Abbiamo appurato che la situazione descritta è reale, anche se in realtà vi manca un dettaglio - ha precisato - La storia dell'aula nasce con un utilizzo differente: l'aula civica era stata dichiarata per uso non superiore a cento persone e questo non imponeva caratteristiche sull'anti incendio, se non le uscite di emergenza. Le uscite potevano essere identificate con quelle di ingresso che hanno i maniglioni anti panico. Il tema della sicurezza va analizzato e, considerato che quest'aula sarà una sede di seggio in vista delle elezioni del 25 settembre, a prescindere dalla norma applicabile o meno, abbiamo deciso di accogliere la mozione e attivarci per la sistemazione".
Sul punto è intervenuto anche Paolo Gilardi di Bosisio nel Cuore: "Visto che parliamo del centro studi, la riflessione riguarderà anche la sicurezza anche del plesso scolastico. In palestra c'è la criticità dei maniglioni anti panico che sono difficili da aprire, mentre l'ingresso nell'atrio della primaria non ha uscita l'anti panico. Chiedo che l'ufficio tecnico tenga conto di questa segnalazione".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco