• Sei il visitatore n° 345.263.100
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 15 agosto 2022 alle 08:24

Accadeva 40 anni fa/14 – luglio/settembre '82:il patron Villa lascia la 'Casatese calcio'. Rapita in Mozambico suor Rosella

Sartini e De Quattro

All'epoca di questo racconto Missaglia aveva ancora la sua stazione carabinieri, e la difendeva con le unghie dalle bramosie di Casatenovo (che alla fine vincerà la partita). E allora ecco due belle foto con il cambio di guardia al comando della caserma: il maresciallo Guido Sartini lascia dopo sedici anni di cui dieci come comandante per assumere un incarico presso la Compagnia di Monza e dal gruppo cinofili di Monticello, che ha diretto per ben 18 anni, cioè dalla sua istituzione, arriva il maresciallo Salvatore De Quattro.

 Casati Sartirana

Giovanissimi Casatesi

Verniciatura Zardoni

La Verniciatura Zardoni di Velate, dopo quattro tentativi a vuoto si aggiudica il prestigioso torneo di Maresso. Gloria anche per le comunità di Cassina De Bracchi e Galgiana giunti secondi - ma ai rigori - al torneo CSI. Infine la settima edizione del torneo primavera, sempre di calcio, presso il centro parrocchiale di Missaglia la vince la Macelleria Casati di Sartirana bissando il successo dell'anno prima.

Sentite questa, per dire come la memoria spesso ci fa difetto: area casatese, prima settimana di luglio. Dal settimanale cittadino: mercoledì 7 luglio tutti i record di calore sono stati battuti, il termometro ha sfiorato i 38°. Mai secondo gli esperti dell'aeronautica Militare, negli ultimi trent'anni, la colonnina del mercurio era salita tanto in alto. Vi dice qualcosa?

 

Rinaldo Villa, dopo un ventennio alla guida della casatese Calcio lascia la carica, e per la società significa la messa in liquidazione. Una brutta pagina in una storia gloriosa: grazie al patron Villa la casatese, squadretta di paese aveva raggiunto la vetta del semiprofessionismo in serie C. Un balzo eccezionale: già il passaggio in D era apparso come un passo un po' troppo lungo. Villa aveva chiesto ai colleghi imprenditori una mano ma senza ottenere risposte positive. E l'ultima domenica, per rimpinguare un po' le esauste casse, aveva imposto un aumento al prezzo del biglietto. Pensava che la tifoseria, visti i risultati straordinari ottenuti, avrebbe risposto positivamente. Invece c'erano state proteste vivaci e diserzioni dalle tribune. Uno schiaffo che il Patron non meritava certo. E ora la casatese chiude.

 

L'Italia è campione del mondo. Esulta tutto il Paese e non stanno certo indietro i tifosi brianzoli. Caroselli, feste fino all'alba, girotondi, insomma tutti gli ingredienti per celebrare un evento eccezionale. Ecco una foto che ritrae i tifosi di Missaglia.

 

Continua l'ondata di caldo e persiste una siccità che secondo gli esperti non si verificava dal 1946. Sembra la cronaca di oggi, come dicevamo prima. Frumento okay ma mais in seria difficoltà per l'assoluta mancanza d'acqua da oltre un mese a questa parte. Si profilano danni gravi per l'agricoltura.

 

Venerdì 6 agosto apre la trentaduesima edizione della Fiera di San Gaetano a Rogoredo di Casatenovo. Macchine agricole, animali, gare, sfide, mostre e rassegne. Una Kermesse capace di attirare 100mila visitatori in pieno agosto. La manifestazione si conclude il giorno 10.

 

Il 31 agosto, dopo il lungo periodo di siccità con temperature altissime, fino a 38°, arriva il peggio: nella notte si scatena una bufera su tutto il casatese e il meratese: alberi divelti, capannoni scoperchiati, cantine e negozi allagati. Ma soprattutto una vera e propria distruzione di campi di mais, orti, frutteti. Danni calcolati in diverse centinaia di milioni.

 

Ripartono i campionati di calcio. Ecco alcune immagini dell'epoca: il Maresso e il San Giorgio Casatenovo in seconda categoria, il Manara in prima categoria, il Missaglia in promozione.

 

Giovanni Maldini e la caserma carabinieri oggi

La prima settimana di settembre l'architetto Sironi, incaricato dal Consiglio comunale, consegna due progetti relativi alla costruzione della nuova caserma che dovrebbe sorgere, secondo gli accordi col Ministero, in via Bixio (e così sarà). Il presidio militare sarà costruito su un'area di tremila metri quadrati, acquisita da anni dal comune di Casatenovo e in origine destinata a alloggi per i dipendenti comunali. Il sindaco Giovanni Maldini è deciso a accelerare dopo le estenuanti trattative con Missaglia, sede a sua volta di una vecchia stazione dei CC. Maldini, però, respinge l'accusa dei meratesi di voler anche la tenenza. Dice, non sono in gara con Merate, però Merate deve dimostrare interesse, un po' più di quello che mostra oggi per ottenere il comando territoriale.

 

Maresso e l'intera Brianza in preda all'angoscia per la sorte di suor Rosella Casiraghi, rapita assieme ad altre tre religiose e un sacerdote, il 16 settembre da un commando di guerriglieri antimarxisti in Mozambico. La religiosa era giunta a Maresso ad aprile (1982) per un periodo di riposo dopo una lunga permanenza nelle missioni e l'11 luglio era ripartita, nonostante avesse ormai una malaria cronica e una epatite virale. Troppo grande il desiderio di tornare nella sua missione. L'area era percorsa da bande di guerriglieri, suor Rosella era ben consapevole dei rischi cui andava incontro ma ripeteva che il suo posto è assieme alla povera gente di Muvamba. L'ultimo suo messaggio era una cartolina indirizzata a un'amica il 29 luglio. Poi il lungo silenzio fino alla telefonata della casa madre di Torino con cui la famiglia Casiraghi veniva informata del rapimento. La liberazione solo il 25 novembre al confine con lo Zimbawe dopo aver percorso a piedi centinaia di chilometri tra fame, sete, stenti e malattia. Soltanto alla fine di novembre suor Rosella e gli altri religiosi hanno potuto tornare alla loro missione

 

14/continua

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco