• Sei il visitatore n° 352.529.721
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 06 settembre 2022 alle 09:07

Mostra del Cinema di Venezia/7: ''giro di boa'' al lido, dove sbarca pure Harry Styles

L'esperienza a Venezia di Giorgia Monguzzi sta per volgere al termine, anche se manca ancora qualche giorno prima di mettere la parola fine a questa avventura, ricca di sorprese e di emozionanti incontri. Ecco la cronaca della giornata di lunedì:



Brendan Gleesom

Siamo al giro di boa della Mostra del Cinema e devo dire che la paura che tutto finisca improvvisamente si fa sentire. Ormai si è perso il conteggio dei giorni che sono passati, non sappiamo più nemmeno in che momento della settimana ci troviamo, esiste soltanto il lido con il suo micro cosmo di cinema e di personaggi dello spettacolo. Ieri è stato il giorno più temuto di tutti, quello da cui scappare a gambe levate, niente mostri all'orizzonte, ma una creatura ancora più terribile: Harry Styles. Nessun odio per il povero Harry, quanto piuttosto il terribile fandom che si porta dietro, ragazzine urlanti disposte a fare di tutto per il loro cantante preferito, ma veramente di tutto.



Tilda Swinton

Già dall'altro ieri si erano appostate davanti al tappeto rosso in attesa del grande evento intonando cori, io con grande maestra e un briciolo di fortuna ero riuscita a stringere accordi sotto banco che mi avevano permesso di avere la prima fila garantita. Vi fermo subito, per me niente Harry Styles per cui non sono neanche minimamente interessata, ma purtroppo il film che attirava la mia attenzione era proprio quello prima: "The banshees of Inisherin'' di Martin Mcdonagh, inutile dirlo, la solita sfida.



Gemma Chan

Ho iniziato la giornata proprio con ''The banshees of inisherim'' un film da cui non sapevo cosa aspettarmi; sono andata totalmente alla cieca fidandomi unicamente di Martin Mcdonagh e devo dire che è stata proprio la scelta giusta. La pellicola è ambientata in un'isola sperduta dell'Irlanda e racconta la strana amicizia di due uomini, una storia assurda, ma con dei dialoghi pazzeschi che dopo aver dato la sensazione di una presa in giro ha portato ad un'unica sensazione: l'aver visto qualcosa di geniale. L'ho detto allo stesso regista poche ore dopo, mentre soddisfatto mi ringraziava per i complimenti che gli avevo fatto, riuscire a fermarlo è stata già mezza impresa.

Chris Pratt

Subito dopo la visione infatti mi sono fiondata come di mio solito nella zona conferenze che era tappezzata dai fan di Harry Styles che provenienti da tutta Europa e non solo, praticamente rendevano possibile vedere qualsiasi cosa. Il cast di "Don't Worry darling" è passato tra gli applausi e la calca, urla e grida come se il mondo dovesse finire da un momento all'altro. È bastato che Harry se ne andasse per disperdere la folla, riuscendo così ad incontrare Gemma Chan e Chris Pine. La soddisfazione più grade di tutte è però arrivata con il cast del film successivo di cui facevano parte Colin Farrel e Brendan Gleeson. Nemmeno il tempo di spostarmi dalla zona conferenze verso un po' di ombra che mi sono trovata faccia a faccia con Tilda Swinton che proprio oggi presenterà al lido "The Eternal Daughter".

A Venezia il sole batteva fortissimo, un caldo allucinante che ci ha fatto rimediare l'ennesima scottatura, dopo un attimo di pausa per riprendere le energie ci siamo riposizionati al red carpet gelosamente custodito dalle persone con cui avevamo preso accordi, poco dopo avrebbe sfilato il cast di "Banshees of Inisherim"; Brendan Gleeson è stato gentlissimo, mentre Colin Farrel con il suo charme ci ha praticamente avvolti, ammetto con tutta la sincerità che vederlo dal vivo è un'esperienza abbastanza unica.

Giorgia con Elisa e Marcello

Per me solo una proiezione nella giornata di ieri, in serata abbiamo assistito ad un corto creato dal Giffoni Innovation hub con tanto di drink offerti, in pratica partecipare a quell'evento non è nient'altro che un modo per riuscire ad entrare all'Excelsior. Noi ne abbiamo approfittato, anche se non c'era molto via vai in giro, ci siamo accontentati di veder passare la presidente di giuria Julienne Moore pronta per il carpet in notturna.

Rege Jean Page

Se ieri non avevo visto molto in sala, oggi per recuperare mi aspetta la visione di ben 4 film: parto domani mattina alle 8 con il recuperone di "Don't Worry Darling", poi la prima stampa de "Il signore delle formiche" e due prime in sala grande con il cast, "The Eternal Daughter" e "Dead for a dollar" con Christoph Waltz. Ci sarà un bel da fare ma non vedo l'ora.

Articoli correlati:
05.09.2022 - Mostra del Cinema di Venezia/6: sfumato il sogno Sorrentino, giornata 'ricca' al Lido
04.09.2022 - Mostra del Cinema di Venezia/5: la caccia a Pascal in attesa di incontrare Sorrentino
03.09.2022 - Mostra del Cinema di Venezia/4: sfumato il red carpet...gli incontri non sono mancati
02.09.2022 - Mostra del Cinema di Venezia/3: cronaca della seconda giornata. In attesa di...sfilare
01.09.2022 - Mostra del Cinema di Venezia/2: sul red carpet appare inaspettatamente Hillary Clinton
31.08.2022 - Mostra del Cinema di Venezia/1: il nostro ''diario'' dal Lido si apre con la madrina Rocio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco