• Sei il visitatore n° 376.124.725
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 16 settembre 2022 alle 07:55

Casatenovo, IMU non versata o infedele: il Comune invia 125 avvisi di accertamento

Il municipio di Casatenovo
Ammonta a poco più di 77mila euro la cifra che il Comune di Casatenovo intende recuperare nell'ambito di un'operazione di accertamento sui tributi locali. L'ufficio, nelle scorse settimane, ha provveduto ad effettuare un controllo sull'IMU (imposta sul possesso dei beni immobiliari), con particolare riferimento alle annualità 2017 e 2018. A questo proposito, sulla base della banca dati in proprio possesso, sono stati emessi avvisi di accertamento per omesso versamento e per infedele versamento. In pratica, a seguito dell'attività di controllo condotta, sono state riscontrate delle inadempienze da parte di chi non ha provveduto al pagamento della tassa o lo ha fatto, ma per una cifra non in linea con quella dovuta al Comune casatese, avendo presentato delle dichiarazioni non veritiere. L'indagine dell'ufficio ha poi interessato anche i cittadini o i titolari di attività che hanno saldato l'IMU in ritardo o in maniera parziale.
L'imposta da recuperare ammonta a 58.408,37 euro; a questi vanno aggiunti gli interessi (1.090,44 euro) e le sanzioni amministrative (17.370,11 euro) per i ritardi e le mancanze. Le spese di notifica (735 euro) fanno lievitare ulteriormente la cifra, arrivando a 77.603 euro.
L'elenco pubblicato all'albo pretorio comunale - ovviamente senza i nomi dei destinatari, a tutela della privacy - comprende 125 contribuenti ai quali saranno inoltrati gli avvisi di accertamento. Difficile, con tutta probabilità, che l'ente riesca a recuperare l'intera cifra, che sarà inserita nel bilancio di previsione 2022/2024, dando atto che l'esigibilità del credito avverrà entro l'ultimo giorno del prossimo mese di dicembre secondo quanto previsto dai nuovi principi contabili.
Per quanto riguarda gli avvisi di accertamento per omesso/infedele versamento, è possibile produrre, entro il termine di 60 giorni dalla notifica, deduzioni difensive o proporre ricorso alla commissione tributaria provinciale.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco