• Sei il visitatore n° 353.123.118
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 21 ottobre 2022 alle 16:51

Accadeva 30 anni fa/84 settembre 1992: Casatenovo, Giunta Dc-Psi in crisi. Ma a Levada si prepara la variante Esselunga

A Missaglia continua lo scontro duro tra il Comitato Civico da una parte e i responsabili dell'Avio superficie, appoggiati da una parte dell'Amministrazione comunale, dall'altra. Nella contesa si inserisce anche l'ASL che effettua rilevamenti circa l'inquinamento acustico. Risulta una costante di 68 db contro i 40 previsti. Secondo i funzionari dell'ASL tale situazione può determinare un conflitto giudiziario. E infatti i membri del Comitato che risiedono attorno a Cascina Caparra dove si estende il campo volo per ultraleggeri decidono di rivolgersi alla Pretura. Intanto l'ordinanza di demolizione dell'hangar emessa dal sindaco Gabriele Castagna è rimasta inevasa in quanto i responsabili dell'aviosuperficie hanno fatto ricorso al Tar.

Il sindaco di Missaglia, Gabriele Castagna

Diversamente da quanto accaduto per la festa dello sport storicamente organizzata dal gruppo sportivo Torrevilla, cui il sindaco Vittorio Cazzaniga aveva negato l'uso dell'area del Magritto, arriva il via libera alla sagra delle lumache, stesso organizzatore, medesima area. E' un evento in chiave minore, spiega il primo cittadino, per cui i criteri di sicurezza sono più elastici e comunque rispettosi delle norme vigenti. Così la tradizione si rinnova con ben due quintali di chiocciole pregiate fatte arrivare dal Piemonte.

Vittorio Cazzaniga, sindaco di Monticello

Hanno lavorato forse più giorni, senza che qualcuno se ne accorgesse. Così almeno centro metri di Molgorana, il ruscello che scende da Cascina Levada verso la valle della Nava è scomparso sotto tonnellate di detriti, materiale di risulta proveniente da cantieri edili. I responsabili dello scempio hanno operato con mezzi idonei a muoversi sotto la vegetazione e, non contenti di avere coperto il letto del ruscello hanno pure livellato la superficie.

A Monticello si preparano i festeggiamenti per l'arrivo del nuovo parroco, don Gabriele Carena. Il sacerdote sostituirà a partire dal 20 settembre don Natale Panizza, da trentacinque anni a Monticello, nativo di Lierna, 71 anni, costretto a lasciare il servizio per ragioni di salute. Il calendario dei festeggiamenti è caratterizzato dalla messa solenne del mattino e la processione per il paese nel pomeriggio.

Il passaggio di consegne fra don Gabriele (anche nella foto a destra) e don Natale

Breve digressione musicale: scoppia il fenomeno 883 da settimane in classifica con Hanno ucciso l'uomo ragno, seguito nella hit parade da Canzoni d'amore di Francesco De Gregori, Lorenzo 1992, Jovanotti, The One Elton John e Canzoni e confusioni di Luca Carboni.

A Casatenovo lo scontro interno alla maggioranza Dc-Psi tocca l'apice il 14 settembre con mezza rappresentanza democristiana assente dall'aula in polemica "con la modalità del sindaco Angelo Perego di convocare il Consiglio comunale e redigere l'ordine del giorno". Il capogruppo Vincenzo Villa tenta di spiegare le ragioni del dissenso. Gli ribatte il capogruppo del Pds Alfonso Galbusera ricordando che il 13 luglio il Psi con un duro documento aveva di fatto rotto l'alleanza. La conferma arriva proprio dai socialisti per bocca di Ildefonso Ghezzi il quale ribadisce come l'attività della Giunta non sia per nulla all'altezza delle aspettative. Le parti si danno una scadenza definitiva, il 14 ottobre. Giacomo Molteni, Psi, assicura che anche il suo partito si farà trovare pronto con una proposta. Il Sindaco tenta di mettere in discussione alcune delibere rimaste nel cassetto e in scadenza ma Pds, Verdi e Pri preferiscono lasciare l'Aula mentre quel che resta di Dc e Psi approva all'unanimità.

I Verdi casatesi - con Pds e Pri - abbandonano l'aula del consiglio

L'incessante lavoro della trentina di volontari supportati da sponsor locale viene coronato con l'inaugurazione della "Domus Romana" una casa di due piani capace di ospitare fino a 150 bambini con sale studio e gioco. L'eccezionalità dell'evento è che l'edificio sorge nella regione dell'Oldonyro nello stato del Kenia, in un territorio tra i più poveri dell'Africa. Il gruppo volontari Caritas di Cassago Brianza vede tra i trascinatori l'ing. Filippo Panzeri. A posare l'impianto elettrico con il sistema di produzione dell'energia, Tiziano Riva di Merate e Angelo Panzeri di Imbersago. L'operazione è costata 400 milioni di lire ed è stata realizzata anche grazie alla manodopera locale.

La Domus Romana inaugurata dalla Caritas di Cassago in Africa

L'intera Democrazia Cristiana è preda di convulsioni da fine epoca con i suoi uomini che finiscono sotto i colpi dei magistrati milanesi del pool Mani Pulite. Lecco non passa indenne: informazioni di garanzia arrivano al sen. Cesare Golfari e a Giampiero Omati per presunte tangenti nell'appalto per il nuovo ospedale di Germanedo. La richiesta di una pulizia generale arriva dal meratese a opera del notaio Franco Panzeri che raccoglie decine di firme di amministratori locali. Ma l'ennesimo convegno a Lecco alla presenza del commissario nazionale Guido Bodrato finisce nel solito fiume di parole vuote di cui al Balena Bianca vanta il primato. Non se la passa bene neppure il vertice socialista: il sindaco di Olginate Italo Bruseghini parla senza mezze misure di un tasso di corruzione nel partito elevato e diffuso. Giliola Sironi tra i capi della Dc casatese si dimette dagli incarichi. Domenico Galbiati, onorevole dal 5 aprile è alle prese anche con la crisi in provincia (Como) e oscilla tra coloro che chiedono il cambiamento e quanti cercano di difendere le proprie posizioni. Un documento pesante contro il vertice Dc lecchese arriva dai giovani di Barzago che si identificavano in Roberto Schellino, prima che anche lui finisse nel tritacarne delle inchieste e dal forum dei giovani coordinato dal segretario Dc meratese Luca Stucchi, presente con Battista Albani e Franceschino Mapelli di Merate all'incontro con Bodrato.

Da sinistra Casati, Golfari, Puccio, Bodrato, Boscagli e Galbiati

Conferme ufficiali non ce ne sono tuttavia sembra quasi certo che la Giunta di Casatenovo sia disponibile ad accogliere una variante al piano di lottizzazione della Levada presentato dalla società Sada proprietaria del terreno. Inizialmente il progetto prevedeva sui 32mila mc. un centro commerciale, un ristorante-albergo e alcune fasce residenziali oltre alla cessione di una striscia al comune per iniziative di edilizia convenzionata. La variante firmata dall'arch.meratese Roberto Colombo prevede invece solo la realizzazione di un grande ipermercato e già si fa il nome di Esselunga che nel territorio ha un centro a Cernusco Lombardone favorito nonostante la "guerra" dei commercianti locali dal sindaco Antonio Conrater.

Cascina Levada a Casatenovo

.../continua

 

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco