• Sei il visitatore n° 361.099.070
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 28 novembre 2022 alle 15:55

Cesana, infortunio in ditta: amputazione di due dita per un 31enne, portato al PS

Una giornata nera quella odierna nel lecchese, sul fronte lavoro. Due gli infortuni in azienda verificatisi in una manciata di ore, fra il territorio casatese e quello oggionese.
Un primo episodio si è registrato questa mattina poco prima di mezzogiorno a Cassago. Un 66enne è stato trasferito all'ospedale Manzoni di Lecco in codice giallo (dunque in condizioni di media gravità) per le conseguenze di un sinistro verificatosi in un'azienda di Via Martiri della Liberazione, nei pressi dell'oratorio.
Ancora al vaglio dei carabinieri e del personale di Ats Brianza la dinamica dell'episodio, che ha richiesto l'intervento sul posto di un'ambulanza dei Volontari del Soccorso di Calolzio supportati da personale infermieristico.
Da quanto è emerso il 66enne - a seguito di una caduta al suolo - avrebbe riportato traumi alla schiena e al volto che ne hanno appunto richiesto il trasporto nel nosocomio cittadino.

Più gravi invece, le condizioni del 31enne di origine straniera rimasto coinvolto in un infortunio verificatosi poco prima delle ore 15 del pomeriggio odierno in un'azienda di Via Parini a Cesana Brianza. Ad un certo punto, per cause al momento non chiare, il giovane - che si trovava in prossimità di un nastro trasportatore a catena - ha rimediato un trauma alla mano particolarmente grave, tale da procurargli l'amputazione due dita.
Sottoposto alle prime cure del caso da parte degli operatori della CRI di Lecco supportati da personale medico, è stato trasferito all'ospedale San Gerardo di Monza in codice rosso. Anche in questo caso la dinamica del sinistro è al vaglio dei carabinieri e del personale di Ats Brianza, intervenuti sul posto per gli accertamenti del caso.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco