• Sei il visitatore n° 361.310.703
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 01 dicembre 2022 alle 10:52

Barzago: assemblea pubblica sul trasloco della primaria a Barzanò (causa lavori)

Si è svolta ieri sera nell'aula civica di via Cantù l'assemblea pubblica in cui l'amministrazione comunale di Barzago ha fornito ai genitori dei bambini della scuola primaria le ultime indicazioni organizzative relative al trasloco presso le medie di Barzanò, in occasione dei lavori di riqualificazione del plesso scolastico.
"Sarà un'esperienza di crescita per tutti. È una grossa impresa, cercheremo di portarla a termine avvalendoci anche dei suggerimenti che ci sono giunti da Cremella, dove hanno fatto la stessa cosa poco tempo fa" ha esordito il sindaco Mirko Ceroli.

Il sindaco Mirko Ceroli e il vice Michele Bianco

Il primo intervento della serata è stato quello dell'assessore ai lavori pubblici Michele Bianco, il quale ha riassunto brevemente la situazione dei lavori. "Sulla scuola piccola abbiamo firmato il contratto con l'azienda che si occuperà dell'opera. La gara per l'intervento sulla scuola grande è stata aggiudicata. Ora stiamo ultimando i controlli di rito a cui seguirà la firma del contratto" ha spiegato il vicesindaco. "Probabilmente chiederemo di rimandare la partenza dei lavori a dopo le elezioni regionali ma non cambia niente perché i tempi di ristrutturazione della scuola grande sono più brevi. Per il progetto mensa siamo in attesa anche noi della nuova graduatoria".
Terminata questa introduzione, ha preso la parola Cristiano Ratti, consigliere con delega all'istruzione. Due le grandi questioni sul tavolo: trasporto e mensa.

"Attualmente il servizio trasporto viene erogato con lo scuolabus giallo, sul quale è presente un'accompagnatrice. Agli alunni che già ne usufruiscono ne verranno aggiunti altri nove. Nei prossimi giorni provvederemo a contattare le famiglie interessate, stiamo ancora effettuando delle valutazioni in merito sulla base della comodità delle fermate rispetto alle residenze" ha spiegato Ratti. "La partenza da via Roma sarà anticipata alle 7.57, quindi di 5 minuti rispetto agli orari attuali. Raccomandiamo fin da ora la massima puntualità. Non sarà più possibile aspettare i bambini eventualmente ritardatari alle fermate come accade ora" ha aggiunto la dottoressa Monica Cogliati, responsabile del servizio istruzione dell'ente.

Per gli studenti che non usufruiscono abitualmente del pullman, invece, il ritrovo è alle 8 alla pensilina di via Cantù, quella adiacente all'aula civica dove si è svolta l'assemblea. "Ci sarà un altro autobus, sul quale viaggerà un secondo accompagnatore. La partenza è prevista per le 8.05 e si andrà direttamente a Barzanò" ha proseguito il consigliere Ratti. "Chi è già iscritto riceverà un modulo di conferma dell'iscrizione che verrà consegnato sullo scuolabus giallo. Chi non è iscritto al servizio di trasporto riceverà invece un modulo di iscrizione che verrà consegnato in classe. Per tutti gli alunni della scuola, anche quelli non residenti a Barzago, il costo del servizio pullman sarà interamente a carico del comune. Chi è già iscritto non riceverà la seconda rata da pagare come accade solitamente".

Il consigliere Cristiano Ratti e la dottoressa Monica Cogliati

A questo punto dal pubblico sono giunte alcune domande di vario genere, per lo più legate ad esigenze specifiche delle singole famiglie. Solo una mamma ha chiesto informazioni su una questione logistica: ma l'autobus giallo, che partirà da Bevera, l'ultima fermata del giro, più o meno alle 8.15, non rischia di arrivare in ritardo rispetto all'altro autobus, che parte da via Cantù alle 8.05? "Se ci saranno problemi di questo tipo adegueremo gli orari. Quanto detto si basa sulle indicazioni del trasportatore ma è chiaro che il servizio andrà rodato. L'ingresso a scuola è fissato per le 8.25" ha risposto Cristiano Ratti. "Nei prossimi giorni vi arriverà un'informativa dettagliata con tutte le informazioni. Indicate tutte le esigenze sul modulo che vi verrà consegnato e cercheremo di venirvi incontro per quanto possibile. Ovviamente ci sono delle esigenze organizzative a cui non possiamo derogare. Per esempio, chi fa l'andata su un pullman deve tornare sul medesimo mezzo" ha aggiunto la dottoressa Cogliati.

Si è quindi passati a discutere del servizio mensa. "Tutti gli alunni mangeranno nella propria classe. Il banco verrà sanificato prima e dopo il pranzo. I pasti previsti nel menu della giornata verranno consegnati tutti insieme in un vassoio multiscomparto. Non sarà possibile mangiare un pasto portato da casa" ha spiegato Cristiano Ratti. "Verrà consegnato un modulo d'iscrizione solo alle persone che non sono iscritte, a cui andrà accompagnata la certificazione del medico in caso di allergie. Chi già usufruisce del servizio mensa non dovrà fare niente da questo punto di vista. Tutte le maggiori spese per questo servizio verranno assorbite dall'amministrazione, non ci sarà alcun aumento a carico delle famiglie".
Il commento del sindaco Ceroli ha portato un po' di risate tra i genitori. "Parlando da insegnante, sono certo che i bambini saranno contenti di mangiare tutti insieme nella propria classe. Credo che cercheranno di finire il pasto il più in fretta possibile per poi uscire in giardino".

A sinistra l'insegnante Anna Onnembo

Proprio sugli ambienti che frequenteranno gli alunni della primaria da gennaio si sono concentrate le ultime domande del pubblico. A rispondere questa volta è stata Anna Onnembo, insegnante di quinta che si è già recata nella struttura di Barzanò per dei sopralluoghi esplorativi. "Si tratta di cinque aule spaziose e luminose, ci sono spazi all'aperto e potremo fare attività motoria in palestra. Avremo i nostri servizi igienici. Saremo vicini agli alunni delle medie ma separati da loro sotto ogni punto di vista. I nostri orari di ingresso e di intervallo sono diversi dai loro" ha spiegato la maestra. Su queste parole la riunione si è conclusa.

A.Bes.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco