• Sei il visitatore n° 360.718.392
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 18 gennaio 2023 alle 15:58

Casatenovo: vendita di arance, colombe e una cena per 'volare' a Lisbona...alla GMG

È prevista nel pieno dell'estate, ma l'entusiasmo non si fa attendere: ufficializzato l'annuncio della 37esima edizione, già fervono i preparativi in tutto il mondo - e anche nella Pastorale Giovanile di Casatenovo - per la Giornata Mondiale della Gioventù che, per la prima volta in Portogallo, e a distanza di più di sei anni dall'ultima in Europa, attirerà da martedì 1 a domenica 6 agosto centinaia di migliaia di fedeli in festa.

Anche i ragazzi delle cinque parrocchie di Casatenovo con il neo vicario don Lorenzo Motta, desiderano prendere parte all'evento e proprio per questo hanno organizzato una serie di iniziative per ''finanziare'' la loro presenza a Lisbona. Questo sabato 21 gennaio ad esempio, sarà possibile per chi ne ha fatto richiesta, ritirare presso l'oratorio di San Giorgio (o ricevere a domicilio) le freschissime arance e i limoni di Ribera. Ma non è finita qui: l'11 marzo si svolgerà una cena in occasione della festa della donna il cui ricavato sarà destinato al medesimo obiettivo. Ad aprile è in programma la vendita delle colombe in vista della Pasqua, mentre il 3 e 4 giugno saranno allestiti dei banchetti con pasta fresca per chiunque desiderasse acquistarla. Insomma...una serie di eventi semplici ai quali tutta la comunità pastorale può aderire regalando un piccolo sogno ai ragazzi di Casatenovo. Sono previste altresì delle proposte formative: il 4 e 5 marzo si svolgerà un ritiro spirituale, mentre il 20 maggio i giovani si recheranno a Padova per visitare la Cappella degli Scrovegni di Giotto. A giugno infine, in programma c'è la partecipazione alla veglia diocesana e una gita in montagna con meta ancora da definire.

VIDEO



L'ultima edizione della GMG si era tenuta nel gennaio 2019 a Panama; originariamente l'incontro era previsto, sempre nella città di Lisbona, ma nel 2022. L'avvento della pandemia tuttavia, ha costretto la Sala Stampa del Vaticano a posticipare l'incontro: non cambia la città, ma si slitta semplicemente di un anno, giungendo - ormai in via definitiva - al 2023.
Ma che cos'è la GMG? La Giornata Mondiale della Gioventù, come spiegato proprio dalla Pastorale Giovanile di Casatenovo, non è altro che "un'esperienza mondiale di Chiesa, un'opportunità di incontro personale dei giovani con Gesù, ma è anche una porta aperta a tutti i giovani del mondo, dai più lontani ai più vicini, e anche un'occasione per promuovere la pace e la fraternità fra i popoli". Storicamente, si tratta di un "incontro internazionale di spiritualità e cultura dei giovani cattolici, promosso dalla Chiesa cattolica su iniziativa del Papa", che, da un'idea di Papa Giovanni Paolo II, si tiene ogni due o tre anni dal 1985 e si svolge a livello internazionale, cioè è rivolta e coinvolge i giovani di tutto il mondo. Come ogni Giornata Mondiale della Gioventù che si rispetti, anche per l'edizione di quest'anno è stato scelto un tema, accompagnato da un logo. Ad annunciarlo è sempre Papa Francesco, e a guidare il convegno sarà la frase del Vangelo di Luca (cap.1,39) "Maria si alzò e andò in fretta". Il messaggio di fondo di questa citazione, come sottolineato dallo stesso Pontefice, riguarda l'importanza del mettersi in cammino, senza lasciarsi fermare dall'ansia e restando sempre pronti. Un messaggio, insomma, di fiducia, di incoraggiamento nei confronti dei giovani. Che, come sempre, non saranno soli: a fare da filo conduttore ci sarà anche la preghiera ufficiale della GMG di Lisbona, dedicata alla Madonna della Visitazione, disponibile sul sito della Pastorale Giovanile Italiana. È già disponibile, inoltre, anche il programma della settimana di agosto - e anche di quella precedente, che fungerà da preparazione.

Il neo vicario della Pastorale Giovanile di Casatenovo, don Lorenzo Motta

Saranno giorni di accoglienza, pellegrinaggio, catechesi e celebrazioni eucaristiche, e, soprattutto, tanta preghiera e tanta vicinanza a Dio. Chi la racconta, porta sempre un grande ricordo, testimoniando un sentimento di unione e di condivisione, sentendosi travolto da un fiume in piena e allo stesso tempo incredibilmente piccolo di fronte alla grandezza di Dio e dell'Universo. A "quelli che la GMG non sanno cos'è", don Michele Falabretti - sempre dal sito della PG - la spiega così: "Ecco, la GMG è insieme queste due cose: la possibilità di fare scoperte e quella di dire qualcosa di sé agli altri", come un vero e proprio viaggio.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco