• Sei il visitatore n° 352.374.908
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 22 ottobre 2007 alle 15:14

Barzago: partono per aiutare i poveri di Bolivia due giovani coppie. Con loro 29 missionari insigniti dal Card.Tettamanzi, sabato al Vigorelli, del Crocifisso




missioni.jpgElena ed Emanuele con il Cardinale

Fra i "partenti" insigniti del crocifisso dal cardinale Dionigi Tettamanzi, nel corso della veglia che si è tenuta lo scorso sabato 20 ottobre al Vigorelli di Milano, ci sono anche due coppie lecchesi. Si tratta di Emanuele Brambilla e Elena Meregalli di Barzago e di Mattia Longoni e Corinna Malighetti di Annone Brianza. Le due coppie di sposi, giovanissime, hanno deciso di dedicare alcuni anni della loro esistenza ai fratelli poveri del continente sudamericano e, per farlo, hanno scelto di intraprendere un cammino cristiano di approfondimento, discernimento della scelta e infine di donazione. Con loro altri 29 "compagni di viaggio" sono stati salutati ed incoraggiati nel corso della veglia che si è tenuta a conclusione del mese missionario e che ha visto il cardinale Tettamanzi donare loro un crocifisso, "simbolo dell'Amore donato senza riserve, pronto a spendersi per il bene altrui, mettendo a repentaglio perfino la propria vita". A raccontare in poche ma coincise parole il perchà© di questa scelta controcorrente, è stata Elena che con il marito Emanuele e il figlio in arrivo trascorrerà  i prossimi due anni a Escoma, un villaggio dell'altopiano boliviano, a due ore e mezza dalla capitale La Paz. Sì, perchà© Elena ed Emanuele, tornati lo scorso giugno dal continente sudamericano da una missione simile, sono rimasti contagiati a tal punto da quella Terra e dalla sua gente, di aver deciso di ritornarvi, questa volta...in tre. Sempre con l'operazione Mato Grosso.


missioni1.jpgCorinna e Mattia

I due sposini, 24 anni ciascuno, hanno voluto infatti che il loro figlio nascesse là , lontano dall'Italia e dal bel Paese ma, forse, più vicino ai valori essenziali della vita. "Quello che ci ha spinto a tornare in Bolivia, con un bambino in arrivo" ha raccontato Elena "è il bisogno di quella gente ma anche la voglia di vivere in un modo diverso. Il posto lo conosciamo già  ma non ci fa paura. Lo raggiungiamo con tanta gioia ma anche con la convinzione che non siamo soli, che è un cammino da portare avanti assieme". Nel villaggio boliviano Elena, già  educatrice, si occuperà  dei bambini della missione mentre Emanuele lavorerà  come falegname in una cooperativa. Mattia Longoni e Corinna Malighetti, in partenza come laici missionari della consolata di Bevera, approderanno invece in Ecuador. Con loro, uniti negli intenti, altre 29 persone insignite appunto del crocifisso che, con i 2.200 missionari della diocesi milanese, porteranno un frammento di speranza fra i più poveri.



L'elenco dei 33 partenti (clicca sull'immagine per ingrandire)







missioni2.gifmissioni3.gif





S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco