Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 310.671.203
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 06 agosto 2010 alle 15:25

Ecco ciò che fanno la minoranza in aula e l’Ass.ne Insieme per Oggiono nel territorio

Egregio direttore,

negli scorsi giorni ho avuto modo di leggere in questo spazio quanto scritto da un mio concittadino in relazione all'operato della nuova amministrazione di centrodestra che è alla guida di Oggiono. Pur rispettando ogni personale opinione, quindi anche quella (a fatica, ad essere sinceri) del signor Nicolò C. non posso non dire la mia su alcune questioni che, evidentemente, non mi trovano d'accordo.

Non intendo nemmeno entrare nelle affermazioni, di dubbio gusto e che trovo offensive nei confronti degli amministratori precedenti, dove si accosta il "rompere le abitudini consolidate di un certo modo di amministrare" all' "evitare di curare i vantaggi più del bene privato che del bene pubblico"... spero solo che si tratti di affermazioni di carattere generale, perché l'onestà dei nostri amministratori precedenti non può essere messa in discussione! Vorrei sapere in che modo il sindaco Ferrari è stato attaccato in modo diffamatorio ed offensivo. Le vignette che appaiono sul nostro periodico informativo "Parole Chiare" illustrano la situazione amministrativa in maniera satirica e divertente e quanto abbiamo comunicato alla popolazione, sia tramite manifesti che su "Parole Chiare", attinge sempre da decisioni che sono state prese dall'amministrazione e ratificate tramite delibere di Giunta o di Consiglio comunale. Non ci inventiamo ciò che succede, ma, sulla base di quanto viene deciso ed approvato dalla maggioranza, noi esprimiamo il nostro parere. Ci siamo forse inventati noi le assenze dell'ass. Spreafico dalle riunioni di Giunta o dal Consiglio comunale? Le sue nette prese di posizione riguardo all'andamento dell'amministrazione di cui fa parte? Nei giorni passati come addirittura già l'anno scorso nel mese di luglio, ad un solo mese dalle elezioni? O le dichiarazioni del consigliere Giada Lietti che un giorno sì e l'altro pure non ha mancato di far sentire la propria voce discordante nei confronti del sindaco e degli altri consiglieri? Ma forse è vero: nessuno ha litigato, tutto va bene, abbiamo visto e sentito male noi...

Per quanto riguarda alcuni esempi forniti dal mio concittadino, voglio ricordare che il piano di recupero Bergamina e la nuova caserma dei Carabinieri sono il frutto di scelte ed azioni della passata amministrazione, che l'attenzione alle famiglie (finanziando le opere di manutenzione straordinaria delle scuole) non è prerogativa del centrodestra, ma un elemento costante che ha contraddistinto le passate amministrazioni, che un centro paese certamente più pulito ha significato un aumento della tassa sui rifiuti del 12,5%.

La nostra non è un'opposizione costruttiva, ma patetica e noiosa? Beh, in più di un'occasione abbiamo fornito il nostro contributo, nella formulazione dei regolamenti (per l'istituzione del mercato agricolo e per la gestione del centro sportivo ad esempio), azione che ci è stata riconosciuta anche dagli assessori competenti in materia, oppure abbiamo cercato attraverso diverse mozioni di avanzare nostre proposte, purtroppo con scarsi risultati, dal momento che, a volte anche senza entrare nel merito dell'argomento e senza alcuna discussione, la maggioranza ha rispedito al mittente la proposta. Vogliamo essere un'opposizione attenta, che vigila sulle scelte operate dall'amministrazione, che può anche trovare dei punti di convergenza su alcune questioni, ma che sostanzialmente non vuole e non può fare sconti a nessuno. Piaccia o non piaccia.

Infine colgo l'occasione per informare il signor Nicolò C. & Co. che la fantomatica associazione di cui parla, "Insieme per Oggiono", è stata regolarmente costituita, con statuto, il 21 ottobre 2009, non ha fini di lucro, si autofinanzia, non pesa sulle casse pubbliche e vive grazie al contributo economico, ma soprattutto di idee, pensieri, spunti di riflessione, dei soci che ne fanno parte. È nata per contribuire al dibattito culturale e politico riguardante la vita amministrativa del Comune di Oggiono attraverso proposte, iniziative pubbliche, editoriali, informative, manifestazioni, sostenendo in particolare l'azione del gruppo consiliare "Insieme per Oggiono". Ora, saremo pur liberi di impiegare il tempo, le forze e le energie che abbiamo come vogliamo o no? Pubblicando periodici informativi, organizzando incontri pubblici, partecipando ad eventi significativi come la marcia per la pace Perugia-Assisi lo scorso maggio, ... Mi spiace, signor Nicolò C., ma non accettiamo lezioni sul volontariato, dal momento che tanti componenti della nostra associazione e della nostra lista hanno sempre operato ed operano tuttora in questo ambito! Soprattutto non le accettiamo da un convinto sostenitore di un'amministrazione che sinora per queste associazioni ha fatto poco o niente, non sostenendole adeguatamente, non risolvendo il problema di trovare una sede per tanti gruppi che ne sono sprovvisti, costringendo di fatto un'associazione storica, come il gruppo fotografico "Ricerca e proposta", a trasferirsi a Dolzago...

E comunque, tanto per tranquillizzare i più scettici, è possibile sia sostenere le varie associazioni di volontariato sparse nel nostro territorio e farne parte in maniera attiva sia occuparsi di politica ed impegnarsi affinché il dibattito e l'attenzione sulla vita amministrativa del proprio paese siano sempre alti. Un aspetto non esclude - non può escludere - certamente l'altro. Questo credo valga al di là dell'appartenenza politica e del paese in cui si vive. Vale per le persone che si riconoscono nel centrosinistra quanto nel centrodestra, accade ad Oggiono come in altri paesi e città italiane. Pensare diversamente credo sia profondamente sbagliato e significa cadere nel qualunquismo!

Enrico Brambilla, Insieme per Oggiono
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco