Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.802.706
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 09 agosto 2010 alle 16:45

Missaglia: l'ex scuola di Contra è inagibile. La parrocchia trova l'alternativa per la festa

L'ex scuola elementare di Contra è ufficialmente inagibile e non può più ospitare alcuna manifestazione o iniziativa.
A stabilirlo è stato un sopralluogo effettuato lo scorso luglio dall'ufficio tecnico del comune di Missaglia dopo che, come di consueto, il parroco don Albino aveva avanzato la richiesta di utilizzo dello stabile in occasione della festa patronale di San Bartolomeo che si tiene ogni anno a fine agosto.
Che l'edificio fosse già malconcio non è certo notizia di questi giorni. Era stato proprio per questo motivo che i soci della Bottega dell'Arte avevano dovuto lasciare, due anni fa, i locali della scuola per trasferirsi alla Consolata di Bevera.
Con il passare del tempo però, lo stato di conservazione dell'edificio è peggiorato ulteriormente e il comune ha deciso di non concedere alla parrocchia l'utilizzo dello stabile per ragioni di incolumità e di tutela della pubblica sicurezza.

L'ex scuola elementare di Contra

"Dal sopralluogo effettuato qualche settimana fa - ci ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici, Alberto Spreafico - sono emerse ulteriori criticità che hanno contribuito a peggiorare le condizioni dello stabile. Numerose le infiltrazioni del tetto che abbiamo riscontrato, così come il controsoffitto risultato pericolante. Abbiamo quindi deciso di chiudere l'ex scuola al pubblico accesso, per evitare che succeda qualcosa di grave".
L'edificio rimarrà dunque nello stato attuale, in attesa di un intervento di sistemazione definitivo. In passato si era parlato di una sua riconversione sociale, dal momento che l'ex scuola risulta inserita nel piano integrato di intervento presentato da Nando Caldirola qualche anno fa in comune, di cui attualmente non si conoscono gli sviluppi.
Per quanto riguarda invece la festa patronale, la parrocchia ha confermato l'intenzione di svolgerla come di consueto, pur non potendo utilizzare i locali dell'ex scuola, che ospitavano la pesca di beneficenza e alcune mostre sulla storia e le tradizioni locali.
"Abbiamo ottenuto la possibilità di usufruire di un altro stabile - ha spiegato il prevosto don Albino - quindi la festa si farà comunque, anche perchè fa parte della tradizione di Contra ed è molto sentita dai nostri parrocchiani".
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco