Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.753.206
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 06 settembre 2010 alle 11:54

Maresso: don Roberto saluta i suoi fedeli. ''Il distacco è doloroso ma ci sarò sempre''

Si è congedato questa mattina dai parrocchiani di Maresso don Roberto Tagliabue, per anni parroco della frazione missagliese ed attualmente alla guida delle parrocchie di Rovagnate.

Don Roberto Tagliabue

Chiesa gremita per la funzione delle ore 10, nella quale il religioso ha voluto salutare i numerosi fedeli accorsi ringraziandoli per l'impegno e la dedizione dimostrata nei confronti dell'ambiente parrocchiale.



Una cerimonia semplice e diretta, incentrata soprattutto sul futuro della comunità, alla guida della quale è subentrato da pochi giorni il prevosto di Missaglia don Albino Mandelli.



"Il saluto che voglio farvi quest'oggi è un po'diverso dai classici commiati - ha esordito in apertura di omelia don Roberto - lo farò pertanto nel più classico degli stili delle previsioni meteorologiche.



Vi sarà bel tempo se in questa comunità se verrà portata avanti l'attività di formazione, elemento fondamentale per approfondire la fede visti i tempi molto duri che ci aspettano in futuro. Vi sarà bel tempo se ci sarà corresponsabilità insieme al parroco don Albino, se ciascuno di voi saprà aprirsi a 360° verso la comunità con spirito di collaborazione.



Ci sarà bel tempo se vi sarà impegno e dedizione, senza che nessuno si senta insostituibile.

In prima fila le autorità comunali

A questo proposito sempre tra di voi c'è stata disponibilità nel dedicarsi a questa parrocchia, nessuno si è mai tirato indietro e per questo vi ringrazio di cuore. Ci sarà bel tempo se sarà presente lo spirito di familiarità, tra di voi e nei confronti delle altre parrocchie della comunità pastorale.



Se vi sarà comunione senza soffocare gli altri, nel rispetto del carattere e del carisma di ciascuno, se non si resterà legati alla consuetudine, se svilupperemo l'apertura verso altri per costruire il futuro della parrocchia.



Ma ci sarà bel tempo comunque, perchè questa parrocchia è ricca di fede e di persone disposte a dedicarsi alla comunità, alle quali non può che andare il mio più sincero ringraziamento".




Al termine della messa, un gruppo di bambini della suola materna e del gruppo di catechismo è salito sull'altare per leggere e consegnare a don Roberto una lettera di ringraziamento per l'attività svolta in frazione.



"Non è facile esprimere le nostre sensazioni in questo momento - hanno spiegato i bambini - la prima cosa che ci viene in mente sono gli insegnamenti ricevuti in questi anni, le attenzioni e i giochi vissuti insieme. Molti i ricordi che conserveremo nel futuro e che ci ricorderanno quanto è stato bello averti qui tra di noi.



Ci mancherai don Roberto, ma siamo sicuri che in qualsiasi momento potremo ritrovarti nelle nostre anime dove è vivo il tuo insegnamento religioso".




A seguire i parrocchiani hanno omaggiato il sacerdote di alcuni doni, ringraziandolo per l'impegno e la dedizione dimostrati negli anni.



"Ho un nodo alla gola che non va nè su nè giù - ha ringraziato don Roberto tra gli applausi dei fedeli - i distacchi sono sempre molto dolorosi, ma chiunque in futuro dovesse avere bisogno di me deve sapere che sarò sempre presente.

Il saluto al sindaco Rosagnese Casiraghi

Un prete non è mai tale per una parrocchia sola ma per tutto il mondo, per chiunque avesse bisogno io ci sarò".


Il saluto all'assessore Marta Casiraghi

Al termine della funzione, un lungo serpentone di autorità comunali e fedeli ha voluto incontrare l'ormai ex parroco per un'ultima stretta di mano o un abbraccio, segno tangibile della riconoscenza della comunità.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco