Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.852.066
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 11 settembre 2010 alle 18:07

Missaglia: dopo l'estate la palestra non riapre. Ma chi ha pagato chiede il risarcimento

Buongiorno, volevo segnalare la chiusura improvvisa di una palestra a Missaglia. Al numero che si trova anche su tutti i siti internet ora rispondono due signori anziani che appena sentono la parola palestra attaccano. Ma il numero è giusto. La palestra risulta intestata a F.A, che ora ha aperto un'altra struttura in Brianza. Ho rintracciato il suo numero l'ho chiamato e mi dice che anche lui è stato truffato dalla società per cui lavorava. Ma sembra che lui fosse il proprietario. Io come molti altri abbiamo penso definitivamente perso i soldi dello stagionale che abbiamo pagato. Prego di divulgare questa notizia.

Mail firmata


"Ci avevano detto che la palestra avrebbe riaperto a settembre dopo un periodo di chiusura per la ristrutturazione dei locali, ma al numero di telefono non risponde più nessuno e all'esterno è comparso il cartello affittasi".
E' la testimonianza di un trentenne residente nel casatese e utente di una palestra di Missaglia. In effetti, da un sopralluogo effettuato esternamente, sembra proprio che la società abbia lasciato definitivamente la sede missagliese. Al citofono non risponde nessuno e la telefonata da noi stessi effettuata componendo il numero trovato su tutti siti internet del settore ha avuto esito negativo. O meglio, un privato cittadino ci ha spiegato chiaramente che quella palestra non esiste più. Nessun cartello è esposto all'esterno della vecchia sede per segnalare un eventuale trasferimento.
Anche dal comune ci giunge la conferma che la palestra ha chiuso i battenti a giugno, ma si tratta di notizie giunte agli amministratori in via del tutto informale. La protesta del nostro lettore e presumibilmente anche di altri utenti iscritti in quella palestra, riguarda la quota versata per la sottoscrizione di abbonamenti a lunga durata, che con la chiusura dell'attività, sono andati per il momento persi.
"Avevo sottoscritto insieme alla mia ragazza, l'abbonamento annuale lo scorso febbraio - ci ha spiegato il giovane - e sino a giugno è andato tutto bene. Ad un certo punto ci hanno spiegato che la palestra avrebbe chiuso sino a settembre, il tempo di effettuare alcuni lavori di ristrutturazione per installare l'impianto di climatizzazione. Ci avevano comunque garantito che avremmo recuperato successivamente i mesi persi durante l'estate. Invece la palestra ha chiuso. Nessuno sa nulla, al telefono rispondono due anziani che si dicono estranei alla questione. La cosa che più mi dà fastidio è l'aver perso circa 600 euro già versati al momento dell'iscrizione".
Una situazione che presumibilmente coinvolge anche altri utenti che si erano iscritti nella medesima struttura missagliese. Il lettore si è già rivolto alle autorità competenti per denunciare l'accaduto, ma l'obiettivo è quello di coinvolgere più utenti possibili interessati alla vicenda in modo da fare chiarezza sulla chiusura della palestra, risalendo ai vecchi proprietari e ottenendo un risarcimento.
"Ho già raccontato tutto alla guardia di finanza
- ha proseguito il giovane - ma vorrei mettermi in contatto con altre persone che come me, sono rimaste coinvolte in questa incresciosa vicenda. Ho intenzione di aprire anche un gruppo su Facebook per estendere la mia denuncia a più persone possibili".
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco