Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.120.355
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Lunedì 13 settembre 2010 alle 15:58

Nibionno: 25enne arrestato nel bresciano per il furto ai danni di una società sportiva

E' stato arrestato all'alba di domenica mattina dai carabinieri della stazione di Roncadelle, Brescia.
Un 25enne pregiudicato, residente a Nibionno ma domiciliato a Paitone, è stato infatti fermato dai militari della Compagnia di Brescia mentre stava mettendo a segno un furto nella sede di una società sportiva.
In particolare, intorno alle 4 di domenica mattina un cittadino ha segnalato al 112 la presenza di persone sospette all'interno della sede dell'associazione sportiva "Paitone" di via Pertini. L'operatore di centrale ha quindi dirottato sul posto il dispositivo già in atto, formato da militari della Stazione di Roncadelle, della Radiomobile e della Compagnia di Intervento Operativo del Battaglione Lombardia, questi ultimi giunti da Milano dall'inizio del mese in rinforzo alle forze territoriali.
Fondamentale è stato l'intervento del cittadino che, per scongiurare la fuga dei soggetti, è riuscito, insieme ad altri vicini, a bloccarne uno. L'immediato intervento dei militari ha poi permesso di trarre in arresto un pregiudicato, R.C. un 25enne di Nibionno e recuperare l'intera refurtiva che era stata sistemata all'interno di 5 borsoni.
La visita notturna nella sede dell'associazione sportiva aveva infatti fruttato alla banda uno schermo piatto per PC, una stampante, una cassetta di medicinali, una cassetta con attrezzi da lavoro, 50 magliette e 50 cappellini destinati ai bambini che frequentano il sodalizio e generi alimentari quali vasetti di sottaceti, un vasetto di cioccolato, bottiglie di vino e liquori.
Gli immediati accertamenti effettuati sul posto hanno permesso inoltre di raccogliere indizi a carico di un altro soggetto, un pregiudicato 29enne della bergamasca che, nelle fasi concitate della fuga, ha perso nei pressi dell'associazione sportiva un atto giudiziario a lui notificato dall'Autorità Giudiziaria di Brescia. Lo stesso è stato denunciato a piede libero. L'intera refurtiva è stata quindi restituita alla presidente dell'associazione sportiva.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco